Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/post.php on line 3029

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/post.php on line 2990

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/classes.php on line 348

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /home/comunica/public_html/wp-includes/post.php:3029) in /home/comunica/public_html/wp-includes/feed-rss2.php on line 8
Seduzione: sedurre, flirtare e rompere il ghiaccio http://www.comunicaseduzione.com Comunica il meglio di te
Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/post.php on line 3029

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
Sun, 15 Sep 2013 11:07:46 +0000
http://wordpress.org/?v=2.8.2 en hourly 1
Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
I 10 siti di incontri più strani del web
Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
http://www.comunicaseduzione.com/incontri/siti-di-incontri-piu-strani-del-web/
Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
http://www.comunicaseduzione.com/incontri/siti-di-incontri-piu-strani-del-web/#comments

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
Mon, 10 Jun 2013 14:29:46 +0000
admin http://www.comunicaseduzione.com/?p=5826

incontrare un vampiro Vampiri, zombie, clown, geni, feticisti, milionari, amanti dei gatti, persone che hanno allergie alimentari e uomini sposati. Sembra che ci sia un sito di incontri online per ogni immaginabile e inimmaginabile categoria sociale e che ogni giorno nascano algoritmi per calcolare la compatibilità amorosa. Ovviamente, i classici siti di dating esistono ancora con le loro normali e rassicuranti funzionalità tipo cerco una ragazza. Ma negli ultimi tempi sono nati siti di dating davvero strani. Eccone una lista. Attenzione però: uno di questi siti non è reale, cioè esiste per davvero ma è stato creato solo per scherzo. Sai indovinare quale?

1- Vampersonal.com
Vampersonal promette di essere il più grande sito di incontri per vampiri del web. Allora esistono davvero?? Gli utenti del sito sono in realtà persone che si riconoscono nel movimento goth-punk e dark.

2- Clowndating.com
“Dietro il trucco e il naso rosso si nasconde un cuore solitario” ci spiega l’homepage del sito. No comment.

3- IQelite.com/it
IQElite è un sito di dating per persone geniali che propone un test di intelligenza. Solo che – chi fa questo test – spesso scopre che il sito ha mandato un email a tutti i contatti in rubrica. Sconsigliato.

4- Sugardaddy.it
In giro per il web troverete molti siti internazionali come questo, ma sugardaddy.it è il primo italiano. L’idea è mettere insieme uomini ricchi e donne che desiderano essere mantenute. Nella versione inglese la donna può specificare anche la cifra mensile che desidera ricevere. Al di là dei falsi moralismi questo tipo di accordi sono molto più comuni di quello che pensiamo. D’altra parte, è curioso pensare che ci sia un sito di dating apposta per questo.

5- Alt.com
Il frequentatissimo Alt.com si propone come punto di incontro per feticisti e amanti del bondage.

6- Ashleymadison.com
Ashleymadison è un sito per donne e uomini sposati che cercano avventure. Rai2, Sky, Cosmopolitan e molti altri ne hanno parlato. Il sito dichiara 19milioni di iscritti. Una cosa è sicura: non è un fenomeno di nicchia.

7- Singleswithfoodallergies.com
Perchè una persona allergica alle noccioline dovrebbe cercare di sposarsi SOLO con persone allergiche alle noccioline come lei? La mia domanda rimane senza risposta anche dopo aver letto le spiegazioni di questo sito specializzato in incontri tra persone che hanno le stesse allergie alimentari.

8- PURRsonals.com
Chi accudisce un gatto ogni giorno lo considera un membro della famiglia. Chi non ha mai avuto un animale domestico lo considera semplicemente… un animale. Il sito fa incontrare amanti dei gatti tra di loro. Può essere una buona idea.

9- DiaperMates.com
Questo è veramente strano. Un sito di incontri per adulti che amano indossare il pannolino.

10- Zombieharmony.com
Se i vampiri hanno il loro sito, gli zombie non possono essere da meno! Questo sito accetta esclusivamente non-morti!

]]>

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
http://www.comunicaseduzione.com/incontri/siti-di-incontri-piu-strani-del-web/feed/
0

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
Come rompere il ghiaccio con una ragazza
Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
http://www.comunicaseduzione.com/incontri/rompere-il-ghiaccio/
Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
http://www.comunicaseduzione.com/incontri/rompere-il-ghiaccio/#comments

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
Tue, 19 Mar 2013 08:02:56 +0000
admin http://www.comunicaseduzione.com/?p=565

Come rompere il ghiaccio Approcciare, rimorchiare, abbordare, aprire o rompere il ghiaccio. Tante parole diverse per indicare la stessa cosa: iniziare la conversazione con una sconosciuta. In questo articolo vedremo 10 modi per farlo e poi capiremo qual’è il migliore. Inoltre, nonostante l’articolo sia scritto principalmente per gli uomini, anche le nostre lettrici troveranno tanti spunti interessanti su come iniziare una conversazione.

In questo articolo vedremo 10 modi di rompere il ghiaccio in un luogo pubblico – come un bar o una libreria – che possono essere usati anche ad una festa di amici e in altre situazioni. Ma prima un’avvertenza. Sapere cosa dire è importante, ma gli ingredienti principali di un buon approccio sono altri, come il linguaggio del corpo, il modo in cui sei vestito, la comprensione delle dinamiche sociali e la sicurezza in sé stessi. (Questi sono argomenti che approfondiamo nei miei workshop.)

Un grande importanza hanno anche le tecniche per eliminare l’ansia di approccio, la paura del rifiuto e la paura del giudizio: tutti gli uomini hanno almeno una di queste tre paure. In altre parole – quando stiamo per avvicinare una sconosciuta interessante – siamo presi da una specie di ansia generalizzata o abbiamo specificamente paura di essere rifiutati o – infine – temiamo di essere giudicati negativamente (dalla ragazza in questione o dalle persone che guardano la scena). La buona notizia è che queste paure possono essere superate. Ad esempio – parlando della paura del rifiuto – un mio cliente mi spiegava come lui fosse passato dal temere il rifiuto di una donna al divertirsi se capita. Come è possibile? Semplicemente, negli ultimi mesi aveva conosciuto tante ragazze nuove – e ne era molto contento – ma aveva perso quella scarica di adrenalina che aveva i primi tempi quando approcciava le sconosciute. Iniziava ad avere la sensazione che rompere il ghiaccio con una ragazza fosse facile e prevedibile. Quasi noioso. “Adesso ricevere un rifiuto stimola la mia voglia di sfida”, mi dice, “prima mi buttava giù e basta”.

Infine, è importante ricordare che un rompighiaccio serve solo per scambiare due parole: bisogna poi essere capaci di far nascere una conversazione appassionante, attrarre la donna che ci interessa e creare le basi per rivederla. Anche questo è parte dei miei workshop.

Ma torniamo alle frasi da usare. Quanti Rompighiaccio esistono? Per semplicità, li ho raggruppati in 10 tipi. Divertiti a provarli e trova quello giusto per te.

1- Falle una richiesta
Il modo più comune e meno interessante di iniziare una conversazione è quello di fare una di quelle richieste a cui, per cortesia, ci si aspetta che l’altra persona risponda. “Hai da accendere?” o “Sai dov’è la bancomat più vicina?” o “Sai come si arriva a via Mazzini?” Il problema di base nell’approcciare in questo modo è che – una volta che ti viene data l’informazione – non è così semplice continuare la conversazione. Detto questo, un mio cliente ha conosciuto molte ragazze facendo richieste di questo genere. Semplicemente, lui ferma una ragazza per strada chiedendole una qualsiasi informazione e – se lei risponde in modo gentile – la guarda dritta negli occhi e le fa un complimento. Un altro mio cliente – invece – si avvicina a una ragazza e con aria perplessa le chiede: “Ma…noi siamo amici su Facebook, vero?”. Poi continua a chiacchierare normalmente a prescindere dalla sua risposta.

2- Vatti a presentare
Ad una festa di amici, ma anche in tante altre occasioni sociali, il modo più naturale di rompere il ghiaccio è andarsi a presentare: “Ciao, non credo di averti già incontrata. Io mi chiamo Marco.” Anche nei siti di dating come Meetic e Badoo e nelle chat come Chatta e Messenger un modo di iniziare la conversazione è proprio quello di presentarsi, magari dando qualche breve informazione su di sè e stimolando la curiosità della ragazza che vogliamo conoscere.

3- Soddisfa un bisogno inespresso
Una donna apprezza un uomo capace di capirla senza parole, soddisfare i suoi bisogni e prendere l’iniziativa al momento opportuno. Ma come è possibile far capire ad una sconosciuta che possediamo almeno in parte queste qualità? Facciamo qualche esempio. Vedi una ragazza carina che tira su col naso? Senza dire niente e NON aspettando che lei lo chieda, avvicinati e offrile un fazzolettino di carta. Un altra ragazza ha una sigaretta in mano e cerca sempre più disperatamente in borsa l’accendino? Avvicinati e falla accendere. Una donna è indecisa al supermercato su quale marca di biscotti scegliere? Non aspettare che chieda un consiglio: non lo farà. Prendi l’iniziativa e spiegale quale marca di biscotti è la migliore. Gli esempi potrebbero continuare. L’aspetto cruciale è che lei abbia chiaramente bisogno di qualcosa e che ancora NON abbia chiesto aiuto.

4- Commenta la situazione
In questo momento, cosa sta guardando la ragazza che ti piace? Magari siete ad un aperitivo e nel buffet ci sono delle zucchine che sembrano del secolo scorso! O siete in un bar o sono appena entrati dei tipi strani… Commenta in modo divertente qualcosa che in questo momento cattura la sua attenzione e quasi senza accorgertene ti ritroverai a chiacchierare con lei.

5- Commenta le sue azioni
In questo momento, cosa sta facendo la ragazza che ti piace? Continuiamo ad immaginare di essere ad un aperitivo in un bar. Lei si è riempita il piatto di cibo fino a scoppiare, ma non è sovrappeso e allora le dici: “Ma lo mangi per davvero tutto quel cibo o lo nascondi in borsetta??”. Poi sorridi insieme a lei e inizi una conversazione.

6- Rispondi ad un nuova amica
In questo momento, cosa sta dicendo la ragazza che ti piace? Poniamo il caso che tu abbia sentito un pezzo di conversazione o anche una sola parola interessante di uno scambio tra amiche. Senza avvicinarti troppo, rivolgiti a loro rispondendo ad alta voce a quello di cui stavano parlando e commentandolo in modo interessante o divertente. Importante: rispondi subito senza chiedere né scusa né permesso (quello lo farebbero gli estranei, mentre tu vuoi essere un nuovo amico) ed essendo genuinamente disponibile ad andartene immediatamente se il tuo contributo non è gradito.
Questo è uno dei rompighiaccio più controintuitivi e apparentemente difficili, ma che poi offre più soddisfazioni: in centinaia di casi, mi è successo solo un paio di volte di non essere il benvenuto nella discussione. Attenzione però. Per rompere il ghiaccio in questo modo il linguaggio del corpo è fondamentale: per non risultare invadente, mentre parli devi dare l’impressione che stai per andartene. Una variante di questo rompighiaccio è quella che io chiamo “Dillo ad una nuova amica”. In questo caso, invece di commentare quello di cui sta parlando la ragazza che ti piace, prova a commentare una notizia di gossip divertente (es. George Clooney è gay, Cicciolina ha iniziato a prendere la pensione da parlamentare, etc..) Questo genere di rompighiaccio può essere usato anche su Facebook. Ad esempio, poniamo il caso che tu abbia chiesto e ottenuto l’amicizia dell’amica di una tua amica. Vorresti conoscere questa ragazza ma non vi siete mai incontrati nella vita reale. Come iniziare una conversazione su facebook? Sicuramente vogliamo evitare il classico “Sei bellissima” sulle sue foto (lei già lo sa di essere carina) e il terribile “Grazie di aver accettato la mia amicizia”. Quindi che frasi puoi usare? Semplicemente, commenta i suoi aggiornamenti di stato in modo divertente o interessante.

7- Cattura la sua attenzione
Cosa fare se una ragazza ti guarda anche solo per pochi secondi? Puoi dirle con un sorriso: “Se continui a guardarmi potresti anche dirmi qualcosa.” Oppure se sta guardando un tuo accessorio particolare, come un cappello o una sciarpa, cogli l’attimo e dille: “Ti piace? Chissà come starebbe addosso a te!” E faglielo provare. Se invece ti guarda da lontano puoi farle un gesto simpatico o una smorfia o un saluto e osservare la sua reazione: se è positiva, ti avvicini e ti vai a presentare, altrimenti passi avanti.

8- Chiedi la sua opinione
Probabilmente uno dei modi più efficaci per rompere il ghiaccio, si basa sull’avvicinare una o più ragazze chiedendo un “Opinione femminile da 20 secondi”. Gli argomenti possono essere i più diversi, ma è meglio evitare di far domande insicure sul tuo aspetto o di chiedere cose che ti mettano in cattiva luce. L’efficacia è massima quando sei genuinamente curioso di sentire la sua opinione. Ad esempio, quando stai comprando un regalo per un amica e chiedi il parere di una ragazza che non conosci e che è li con te nel negozio.

9- Fai una battuta pungente
Se sei capace di far ridere una donna con te, e non di te, sei già sulla buona strada per conquistarla. Un fatto che sorprende molte persone che si accostano per la prima volta al mondo della comunicazione seduttiva è l’uso dell’umorismo pungente nei confronti di una ragazza che ci piace. Molti mi chiedono: come è possibile che una ragazza si diverta ad essere presa in giro? Basta ricordare una delle regole fondamentali della comunicazione per svelare il mistero: ogni messaggio ha in sé sia un contenuto letterale che uno relazionale, cioé un informazione sulle persone che comunicano e su qual’è la relazione tra di loro. Le belle ragazze sono abituate ad avere “uomini tappetino” intorno e alcuni dei modi di comunicare più frequenti sottintendono una relazione di “sudditanza” da parte dell’uomo nei confronti della bella donna che ha appena conosciuto. Ma una principessa vuole un principe accanto a sé, non un suddito. Un umorismo pungente comunica sicurezza, disinteresse e giocosità e viene apprezzato dalle belle donne finchè si tiene molto lontano da argomenti sensibili come i veri difetti di una persona o la religione. D’altra parte, l’umorismo pungente è da evitare con le donne non belle che nella nostra società ossessionata dall’immagine potrebbero avere problemi di autostima e quindi ricercare le conferme di un complimento e non la “stimolazione” di una battuta simpaticamente pungente. L’umorismo pungente va evitato anche con le ragazze molto introverse e che parlano poco: a prescindere dal loro aspetto, queste ragazze cercano prima di tutto un uomo che sappia metterle a loro agio. Facciamo un esempio pratico di umorismo pungente per rompere il ghiaccio. Nei locali che servono un aperitivo rinforzato (che è praticamente una piccola cena) un mio cliente ha fatto amicizia con tante donne semplicemente avvicinandosi con un sorriso e dicendo: “Ciao, toglimi una curiosità al volo: sei quì anche tu perchè non sai cucinare?”.

Poniamo adesso il caso di essere in un bar e di avere accanto una bella sconosciuta che parla animatamente con le amiche. L’argomento ideale delle battute pungenti è un difetto o un accusa ovviamente inventati. Ad esempio, lei ha difficoltà ad accendere la sigaretta e continua ad usare l’accendino ad un passo da te? Tu dille: “Ammettilo. Stai cercando di darmi fuoco, vero? Sei una famosa piromane ricercata dall’Interpol!! Non ti preoccupare, il tuo segreto è al sicuro con me. Devi solo offrirmi da bere…”

In ogni caso, per distinguerci dai comuni seccatori, la regola d’oro è sempre quella di essere pronti a salutare cortesemente e andarcene subito se una ragazza non apprezza la nostra compagnia. Le donne possono occasionalmente essere scortesi, noi mai. Avere stima di noi stessi significa anche non accettare le provocazioni e regalare un pò del nostro tempo solo a chi ci sa apprezzare.

10- Esprimi il tuo interesse
Questo rompighiaccio ha il vantaggio di essere veloce (capisci subito se anche lei ha voglia di conoscerti) e di essere quindi adatto per le “emergenze”, cioè quando vedi una ragazza che ti piace ma hai pochissimo tempo a disposizione perché, ad esempio, lei sta andando via dal locale o magari sta tornando di fretta in ufficio dopo la pausa pranzo o lavora come cameriera in un bar e ha solo trenta secondi da dedicarti. In queste situazioni puoi esprimere direttamente il tuo interesse e poi invitarla fuori. In effetti, alcune persone rompono il ghiaccio solo in questo modo, a prescindere dal fatto che ci sia più o meno tempo a disposizione per conversare. Ad esempio, un mio cliente – quando vede una ragazza che gli piace – si avvicina e le dice “Ciao, sembri un tipo interessante”. Poi continua la conversazione provando a indovinare cose positive su di lei (ad esempio dicendo che sembra una persona creativa che magari saprebbe dipingere bene) Non ha importanza se quello lui indovina si rivela corretto oppure no: è semplicemente un modo per iniziare una conversazione.

Conclusione: qual’è il modo migliore di rompere il ghiaccio?
Non esiste un modo migliore in assoluto. Ho aiutato tante persone a sviluppare la capacità di rompere il ghiaccio e ognuno di loro lo fa in modo leggermente diverso. La cosa fondamentale è capire bene le regole di base e superare le proprie paure. Poi bisogna fare tanta pratica e trovare il proprio stile.


CORSI PER APPROFONDIRE

- Workshop: Rompere il Ghiaccio
Studi scientifici e senso comune concordano sull’importanza della prima impressione. Le donne si fanno in pochi secondi un’idea di noi: se quest’idea è sbagliata, cambiarla sarà difficile. In questo workshop scopri come rompere il ghiaccio e fare un ottima prima impressione. Altre informazioni >>

]]>

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
http://www.comunicaseduzione.com/incontri/rompere-il-ghiaccio/feed/
0

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
Calmare la Mente
Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
http://www.comunicaseduzione.com/benessere/calmare-la-mente/
Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
http://www.comunicaseduzione.com/benessere/calmare-la-mente/#comments

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
Mon, 11 Mar 2013 11:18:24 +0000
admin http://www.comunicaseduzione.com/?p=5680

Meditazione Culturalmente siamo abituati a categorizzare i piccoli e grandi eventi della vita come positivi o negativi. Stressanti o rilassanti. Ma sono davvero gli eventi ad avere queste caratteristiche? O è il nostro modo di viverli? Facciamo qualche esempio. Ti è mai capitato di divertirti a una festa che altri consideravano noiosa? O di sentirti tranquillo alla fine di una giornata di lavoro che per altri sarebbe stata stressante? Lo stesso evento può essere vissuto in modi diversi. In sostanza, non sono gli eventi in sé ad essere stressanti o rilassanti, ma il nostro modo di viverli. In questo articolo parliamo di una tecnica per calmare la mente e vivere meglio gli eventi della vita.

Facciamo un altro esempio: un licenziamento può essere una tragedia per una persona o la liberazione dalle catene della vita aziendale per un altra. Arrivando all’estremo, in alcune culture la morte di una persona cara viene celebrata con un grande festa in suo onore.

In poche parole, le emozioni che proviamo non esistono al di fuori di noi stessi. Siamo noi ad essere allegri o tristi non la festa a cui partecipiamo: le emozioni sono il modo in cui reagiamo agli eventi della vita.

Introduzione: Le nostre emozioni
Le emozioni forti sono un filtro che non ci permette di vedere le cose con oggettività. Prendiamo ad esempio l’emozione della tristezza: mentre la proviamo, il mondo intorno a noi sembra triste. Quando siamo ansiosi, il mondo ci sembra pericoloso. Infine, mentre siamo arrabbiati la realtà intorno a noi è estremamente irritante.
In altre parole, le emozioni forti sono occhiali colorati che ci fanno vedere la realtà in modo distorto e che spesso non siamo consapevoli di indossare. A volte, mentre siamo sotto il controllo di un emozione forte, facciamo cose che ci danneggiano, come litigare col capo o “casualmente” ammalarci quel giorno in cui dovevamo fare la presentazione di cui avevamo paura.

“Risolvere” il disagio emotivo: pensarci peggiora la situazione
Quando ci sentiamo agitati la prima reazione è spesso quella di chiedersi cos’è che non va e analizzare la situazione. Ad esempio, se ci sentiamo ansiosi, iniziamo a chiederci perché: in un attimo ci vengono alla mente le situazioni che ci preoccupano. Questi pensieri, a loro volta, ci fanno sentire ancora più ansiosi e così via in un circolo vizioso che può distruggere la nostra giornata o il nostro riposo notturno. La mente analitica peggiora il disagio emotivo. Ma la mente è capace anche di essere semplicemente consapevole della realtà, senza la mediazione del linguaggio. Questa è la mente consapevole ed è quella che useremo in questa tecnica di meditazione.

L’importanza della consapevolezza non giudicante
Nel 1974 Timothy Gallwey rivoluzionò il mondo dell’allenamento del tennis col suo libro “The Inner Game of Tennis” che diventa rapidamente un best seller da milioni di copie. Ma cosa c’era di così sconvolgente in questo libro? In quegli anni gli allenatori di tennis si concentravano sull’insegnare il “giusto movimento” del braccio ai loro allievi. Timothy Gallwey aveva invece scoperto come fosse molto meglio insegnare a portare la consapevolezza mentale sul braccio, senza concentrarsi sul giudicare dall’esterno se il movimento era “Giusto o Sbagliato”. Imparare a portare consapevolezza non-giudicante sul braccio permetteva agli allievi di trovare da soli il movimento giusto per loro. Negli anni successivi questa pratica si diffuse a tanti altri sport. Negli ultimi 20 anni il movimento della Mindfulness (consapevolezza) ha portato questi concetti in medicina: è ormai largamente provato che le meditazioni di consapevolezza producono effetti positivi sulla salute, sull’umore e sulla performance. (Per approfondimenti vedi http://www.umassmed.edu/cfm/)

La meditazione di consapevolezza
Ieri ho registrato un breve meditazione guidata che ho tradotto e adattato da quelle proposte dall’Oxford Mindfulness Center. Questa è una delle meditazione che pratico regolarmente. Si può fare in qualsiasi momento della giornata, ogni volta che abbiamo bisogno di un attimo di respiro. Può durare dai 3 ai 10 minuti. Come tutte le meditazioni di consapevolezza, il suo scopo non è semplicemente quello di rilassarsi: praticare questa meditazione aiuta a diventare sempre più consapevoli di sè stessi, dei propri pensieri, delle emozioni, accettando la realtà del momento. Osservando i nostri pensieri e le nostre emozioni ci rendiamo conto che sorgono, rimangono per un pò e poi se ne vanno. Tutto passa. La serenità che troviamo durante la meditazione ci aiuta a superare i momenti difficili e a godere con maggiore pienezza delle cose che ci piacciono.

]]>

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
http://www.comunicaseduzione.com/benessere/calmare-la-mente/feed/
0

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
Dimagrire con l’Afterburn Effect
Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
http://www.comunicaseduzione.com/fitness/dimagrire-con-afterburn-effect/
Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
http://www.comunicaseduzione.com/fitness/dimagrire-con-afterburn-effect/#comments

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
Wed, 06 Mar 2013 16:49:33 +0000
admin http://www.comunicaseduzione.com/?p=5650

Allenamento L’ Afterburn Effect è un aumento nelle funzioni metaboliche a seguito di un esercizio intenso. Conosciuto anche come Excess Post-exercise Oxygen Consumption o EPOC è semplicemente una reazione prodotta dal corpo in risposta a certi tipi di esercizi. E’ possibile sfruttarlo per bruciare grassi fino a 48 ore dopo ogni allenamento. In questo articolo il personal trainer Fabio Inka ci spiega come fare.

L’Afterburn Effect non è una nuova scoperta: è risaputo che gli esercizi che coinvolgono più di un gruppo muscolare innalzano il metabolismo molto più degli esercizi di isolamento. Ad esempio, uno squat contro un curl ai manubri. Ma la notizia è che non hai bisogno necessariamente dei pesi per ottenere questo. Puoi avere risultati davvero impressionanti, usando solo il tuo corpo e mixando insieme a esercizi multiarticolari anche la giusta quantità di cardio. Attenzione però: per cardio non intendo solamente un’ ora sul tapis roulant, elittica o cyclette. Di fatto è molto meglio che spendi meno tempo sul tapis e ti concentri sul livello di intensità a cui stai svolgendo la tua attività aerobica. Ci sono molti esercizi aerobici che puoi svolgere ovunque o in poco spazio: skip sul posto, jumping jack, step up, sprint, gesti tecnici di uno sport ecc.. tutto ciò che innalza i tuoi battiti al giusto livello può andar bene. sii creativo, non esiste solo il tapis roulant.

IN COSA CONSISTE L’INTERVAL TRAINING AD ALTA INTENSITA’?
Una combinazione di esercizi come quella appena descritta si può chiamare High Intensity Interval Training cardio based. Si tratta di un metodo di allenamento basato appunto sull’Afterburn Effect, che prevede il rapido alternarsi di esercizi al massimo dell’ intensità (fase on) a esercizi di recupero attivo a intensità minore (fase off). In America esistono diversi tipi di programmi di allenamento di questo genere e funzionano tutti molto bene. In Italia ho introdotto il mio metodo basato su l’ABE (Afternburn Effect) senza l’utilizzo di alcun peso, nè di alcun attrezzo. Si tratta di esercizi completamente a carico naturale che si possono svolgere dovunque: dentro casa, in palestra, in ufficio, al parco..

QUALI SONO I VANTAGGI DI QUESTO METODO?
La qualità del lavoro muscolare migliora (gli esercizi sono piu intensi) e i muscoli, grazie al breve recupero attivo non si affaticano eccessivamente. L’acido lattico prodotto nella fase ON viene smaltito significativamente durante il recupero attivo (fase OFF). I muscoli recuperano quel tanto che basta per essere di nuovo brillanti, mentre i battiti cardiaci rimangano sempre all’interno di una soglia allenante. Per questo si chiama interval training “cardio based”, perche è basato su un lavoro cardiovascolare. Durante un circuito ad alta intensità vengono stimolate maggiormente le fibre muscolari veloci, quelle per intenderci che danno un aspetto tonico e asciutto al muscolo.

Il rapporto tra fase on e fase off puo essere 1:1 (30 secondi di lavoro seguiti d 30 sec di recupero attivo) o rapporto 2:1 (30 sec con 15 rec.attivo) o 30 secondi di lavoro e 10sec di recupero totale, o percentuali molto simili. L’importante è che la fase ON non superi mai i 25-30 secondi per non innalzare eccessivamente la produzione lattacida; altrimenti i muscoli perderebbero brillantezza. E inoltre ricorda, (e qui mi rivolgo soprattutto alle ragazze) che l’eccesso di acido lattico predispone alla formazione della cellulite. Un allenamento completo può durare anche solo tra i 10 e i 20 minuti totali. Breve ma intenso.

Non pensare di dover essere già allenato per approcciarti a questo metodo di alllenamento. E’ L’esatto contrario. Essendo basato sul tempo, ognuno va al suo ritmo, ognuno cerca di dare il suo massimo. Non cambia se sei da solo nel tuo appartamento o al parco in una lezione con 50 persone. La sfida è solo con te stesso. Se il primo giorno riuscirai a fare poche ripetizioni nel tempo stabilito, già dopo 4/5 allenamenti vedrai crescere la tua condizione e aumentare la tua forza, resistenza e capacità aerobica. Quindi puoi dire addio a lunghe camminate in pendenza e ore sull’elittica: cambia intensità al tuo allenamento e vedrai cambiare il tuo corpo.

Vari studi hanno comparato l’efficacia del interval training ad alta intensità con l’allenamneto di resistenza classico. Un esperimento mostra come 2,5 ore di interval training producono lo stesso effetto sui muscoli di 10 .5 ore di allenamento di endurance. (Reynolds, Jeff M; Kravitz, Len. “Resistance Training and EPOC”. 2005) Un altro studio mostra un incremento metebolico fino 48 ore dopo l’esercizio, ma anche un incremento del consumo massimo di ossigeno comparato con un allenamento di pura resistenza (Børsheim E, Bahr R “Effect of exercise intensity, duration and mode on post-exercise oxygen consumption”. Sports Medicine 2003)

E L’ALIMENTAZIONE?
Abbiamo visto che questo tipo di allenamento è perfetto per spingere il tuo metabolismo al massimo, ma è tutto inutile se dopo mangi, trash food, merendine o bevi alcool. Il detto “Gli addominali non si fanno in palestra ma in cucina” esiste per un motivo: PERCHE è VERO! Però ricorda, non si tratta di mangiare poco, ma di mangiare bene. Se salti pasti o spuntini perderai tono muscolare e non grasso, oltre che danneggiare la tua salute.

Fabio Inka – autore di questo articolo – è stato fitness manager della famosa palestra di Madonna in Messico, ex atleta dell’Aeronautica, ideatore di Impacto Training ed è un gettonatissimo personal trainer che offre lezioni nei parchi di Roma.

]]>

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
http://www.comunicaseduzione.com/fitness/dimagrire-con-afterburn-effect/feed/
0

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
Invidia: capirla, superarla
Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
http://www.comunicaseduzione.com/benessere/invidia-capirla-superarla/
Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
http://www.comunicaseduzione.com/benessere/invidia-capirla-superarla/#comments

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
Mon, 25 Feb 2013 10:22:52 +0000
admin http://www.comunicaseduzione.com/?p=5559

Invidia In psicologia l’invidia nasce da un confronto tra noi e gli altri ed è sgradevole sia per chi la “prova” che per chi la “riceve”. Nel sociale, il pubblico non la gradisce ed è quasi sempre negata. E’ inconfessabile. E’ ripugnante. E’ vissuta in solitudine. Per questo è così importante avere uno spazio per parlarne e capirla meglio.

L’invidia è un sentimento tanto comune e tanto miserevole presente a tutte le latitudini e a tutte le longitudini. Le neuroscienze provano che è qualcosa di simile ad un dolore fisico. Per il cattolicesimo è uno dei 7 peccati capitali. Per il buddismo è il fattore mentale che porta all’odio. Infine, per l’islam appartiene a chi non professa l’islam. Spesso l’invidia è confusa con la gelosia, l’avidità e il rancore ma è un’emozione ben precisa e va studiata da più punti di vista.

Secondo una possibile interpretazione l’invidia colpisce: “L’inferiore che non vuole stare al suo posto”, il “subalterno” per status o per possibilità che ambisce a migliorare ma incanala questo desiderio nel modo errato.

Sintomi che segnalano l’invidia:
- Si “evita di cooperare” per evitare di portare vantaggi alle persone che ci circondano.
- C’è qualcosa che non ci piace in una persona ma “non si riesce ad individuare cosa” … talora dietro questa vaghezza si cela l’invidia.
- Si diventa improvvisamente “critici” nei confronti degli altri.
- Si comincia ad usare “epiteti poco gentili” nei confronti di qualcuno (collega) che ha fatto carriera o che è riuscita a realizzare con successo un progetto.
- si cercano “giustificazioni ai successi degli altri”, ipotizzando possibili privilegi speciali.
- ci si sente “sfortunati e criticati”, si desidera che le persone vicine la smettano di esprimere pareri sulla nostre scelte.

Dante, nella divina commedia dove mette gli invidiosi? In purgatorio. Non li descrive con quell’aura di irreparabilità com’è per i dannati, crede che forse sanzionandoli si possano salvare ( anche se in pochi!!) Le pene a cui li sottopone sfiorano la crudeltà, Dante li raffigura mentre:
- si sostengono tra loro,
- sono appoggiati ad un monte, – indossano abiti ruvidi e pieni di nodi,
- con le palpebre cucite da un filo di ferro.

Il sentimento di Dante è ambivalente: ha compassione per la loro pena ma manifesta una quasi totale estraneità all’invidia. In generale, l’invidia è un’emozione vissuta in solitudine: tutti si difendono dall’idea di provare questo sentimento.

Hidehiko Takahashi neurologo psichiatra dell’istituto di scienze radiologiche di Tokyo ha individuato le aree coinvolte (corteccia cingolata dorsale anteriore) nell’insorgere dell’invidia, scoprendo che sono le stesse che si “accendono” quando si prova un intenso dolore fisico. Hanno sottoposto 19 volontari ad una risonanza magnetica mentre osservano un filmato in cui erano “riprodotti” loro stessi e altri personaggi: quest’ultimi impersonavano ruoli tali da suscitare invidia per abilità, qualità e status sociale. In breve erano belli, ricchi e capaci di godersi la vita.

Una successiva domanda del ricercatore è stata: “Cosa succede nel cervello quando si prova un sentimento opposto all’invidia come il piacere? Quali aree cerebrali si attivano quando proviamo piacere per le disgrazie altrui specie se ricche e famose?” L’area è quella dello striato ventrale. Quest’area è associata al piacere e all’appagamento ed è la stessa di quando mangiamo cioccolato e facciamo sesso o di quando vediamo scene divertenti. È probabile che vi possa essere in soggetti predisposti, anche la possibilità che si crei dipendenza verso queste forme di “piacere”.

L’Invidia è un freno all’evoluzione ?
Secondo Matthew Liebermann – del dip. di psicologia dell’università della California – dato che le aree cerebrali coinvolte nella percezione del dolore e del piacere sono le medesime, si ipotizza che dal punto di vista evoluzionistico abbiano la stessa importanza in termini di sopravvivenza.
- la percezione del dolore fisico, è uno stimolo per la ricerca del superamento di esso.
- la percezione del piacere, è uno stimolo per la ricerca dell’appagamento di esso.

La mancanza di cibo, acqua, il freddo e altre situazioni spiacevoli spingono l’individuo verso una soluzione.
- questo comportamento di sopravvivenza è fondamentale per la selezione della specie
- lo stesso si può dire per la ricerca del piacere

Qual è il nesso tra l’invidia e altri sentimenti sociali con i fattori evoluzionistici?
Nei mammiferi la sopravvivenza dei cuccioli è strettamente dipendente dal rapporto, bonding-aggregazione, con i genitori e gli altri membri del gruppo. (a differenza di altre specie non sono in grado di procurarsi cibo, acqua, calore per molto tempo dopo la nascita) Vi è l’ipotesi che i bisogni sociali o social need, siano più importanti in termini evoluzionistici, dei bisogni fisici o physical need. Per Liebermann le relazioni con gli altri membri del gruppo sono importantissime perché rappresentano fattori di sopravvivenza positivi.

Se le responsabilità di accudimento, protezione sono distribuite all’interno di un gruppo, la possibilità di sopravvivenza del singolo è superiore. Il comportamento cooperativo, empatico è un fattore evoluzionistico essenziale in quanto fa crescere il gruppo. Pertanto, le spinte evoluzionistiche hanno selezionato individui in cui:
- i meccanismi neurali alla base di comportamenti sociali cooperativi ed empatici fossero gli stessi del piacere.
- i comportamenti legati all’invidia fossero gli stessi del dolore.

Lo scopo qual è? Tenere unito il gruppo per garantirne la sopravvivenza.

I volti dell’invidia
a. Emulazione: sentimento basato sulla percezione dell’eccellenza di qualcuno, sull’ammirazione per lo stesso, sul desiderio di somigliare, imitare o addirittura superare quella persona

b. Ferita naricisistica: è la sensazione che manchi qualcosa, si collega a sentimenti di inferiorità o di autostima ferita. Se è lieve viene vissuta come delusione. Se è grave porta a sentimenti di mortificazione e umiliazione

c. Bramosia: desideri di possedere qualcosa che gli altri possiedono

d. Rabbia verso chi possiede:
- quando è lieve si manifesta come infelicità e scontentezza
- in quelle moderate come risentimento rancoroso
- in quelle gravi si estrinseca come dispetto, malignità, malevolenza, desiderio di fare del male, di colpire colui che “possiede la cosa invidiata”

L’invidioso
Persona che desidera possedere ciò che altri hanno e che ritiene per un complesso di fattori, di non poter avere. L’invidia è indirizzata verso persone affini o simili per genere, età, professione. L’invidia si scatena verso persona vicine piuttosto che per personaggi famosi

Dal latino “invidere” cioè guadare di traverso, in modo maligno. Lo sguardo è la rappresentazione dell’invidia. Gli occhi dell’invidioso sono caratteristici:
- Scrutano
- Spiano
- Osservano
- fissano
- ammirano

L’invidia è maschile o femminile? Le culture e le società scoraggiano nelle donne un’atteggiamento fortemente competitivo (che di fatto è il lato positivo dell’invidia) fomentando questo sentimento che rimosso viene fuori deviato e potente come tutto ciò che non è permesso di esprimere.

Un’altra forma di invidia è quella che si manifesta in modo sfuggente ed è difficile coscientizzarla e definirla e si nasconde dietro la maschera dell’ammirazione,
del complimento, dell’adulazione. Pur nutrendo una profonda invidia si adula molto la persona invidiata. Come se la lusinga, aiutando a partecipare al successo altrui, mitigasse l’invidia.

Perché l’invidia è sgradevole? Perché ci si vergogna ad ammetterla? Perché è socialmente inaccettabile? Forse perchè chi manifesta invidia riconosce implicitamente la superiorità (o l’idea della superiorità) dell’invidiato: difficile ammettere di non valere molto.

Aristotele sosteneva che “noi invidiamo coloro il cui successo risuona come un rimprovero fatto a noi”. Per alcuni studiosi l’invidia si origina da una “Comparazione di poteri” tra sé e gli altri. Secondo altri studiosi l’invidia nasce invece da un sentimento di profonda frustrazione di chi non è appagato dal proprio status (sociale, economico, psico-fisico, sentimentale ecc.). E invece di migliorare il proprio status si affida al livore verso gli altri, mettendo in atto strategie infide per abbassare la loro reputazione: denigrare, criticare, svalutare,insultare,picchiare, ingiuriare, sporcare, ecc.

Qual è il punto comune di queste possibili interpretazioni? L’invidia è il sentimento più o meno consapevole di sentirsi inferiore, da meno rispetto a qualcuno e il porre sé stessi come termine di paragone, non considerando che c’è chi “sta sotto” nella scala sociale o lavorativa. Generalmente non si considerano le diversità, le diverse competenze, le diverse risorse e le soggettività che nella valutazione e nella lente che usiamo per interpretare il mondo. Nella vita talora si è primi, talora si è secondi o terzi o ultimi.

L’invidia può diventare una patologia ?
Esiste una forma di invidia definita patologica o maligna che comporta la regressione del sentimento al suo stato primordiale cioè uno stato fatto di ostilità, odio intenso, avversione e aggressività molto esplicita. Chi ne soffre considera l’oggetto desiderato/invidiato come qualcosa che gli è stato rubato. È una visione distorta della realtà che conduce a reazioni aggressive non necessariamente sul piano fisico, bensì sul piano psicologico. È patologica quando occupa gran parte dei pensieri.

Conclusione
Negli usa identificarsi con il vincitore non è vissuto male. D’altra parte, nelle culture latine chi riesce di più, fa risuonare l’altrui “insufficienza”. Questa differenza è dovuta anche in parte alle premesse culturali e ideologiche degli anglosassoni: con la riforma protestante luterana, hanno gettato le basi del protocapitalismo trasformando l’invidia in competitività. E proprio la trasformazione dell’invidia in una forma positiva di competitività può forse essere una delle strade per il suo superamento.

Daniela De Vito – autrice di questo articolo – si è laureata in Psicologia Clinica e di Comunità presso l’Università La Sapienza di Roma e specializzata in Psicoterapia sistemica e relazionale. E’ istruttore di training autogeno e ipnosi. Da anni lavora nel Centro di Psicoterapia e Sessuologia clinica Psises insieme allo psicoterapetura e sessuologo Pasquale Tarantini.

]]>

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
http://www.comunicaseduzione.com/benessere/invidia-capirla-superarla/feed/
0

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
Il linguaggio del corpo non mente
Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
http://www.comunicaseduzione.com/benessere/linguaggio-del-corpo-menzogna/
Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
http://www.comunicaseduzione.com/benessere/linguaggio-del-corpo-menzogna/#comments

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
Wed, 13 Feb 2013 12:20:46 +0000
admin http://www.comunicaseduzione.com/?p=5263

Linguaggio del corpo e menzogna Tutti noi comprendiamo, usiamo, seguiamo il linguaggio del corpo. Ma, il più delle volte, lo ignoriamo o lo eseguiamo inconsciamente. Il corpo non mente, non ne ha bisogno e anzi, il suo scopo è proprio essere di facile comprensione. In questo articolo di Fabio Pandiscia capiamo meglio il perchè. Psicologo clinico, ricercatore e master trainer PNL – Fabio è anche autore di numerosi libri tra cui: “Prova a mentirmi” e “Il metodo antiballe”. Se anche tu vuoi proporre un articolo contattaci subito: presto inizieremo a pubblicarli regolarmente.

Cominciamo dal principio: siamo, per classificazione scientifica, animali. Termine un po’ ampio, che restringeremo con mammiferi, ovvero le femmine della specie allattano i neonati, e infine primati, quindi animali molto intelligenti e dotati di dita opponibili, vista a colori, mascelle masticatorie e, cosa che più ci importa, CHE VIVONO IN GRUPPO (esiste una sola specie di primati, gli oranghi, che non formano gruppi veri e propri, la classica eccezione che conferma la regola). Per vivere in gruppo è necessario, per la sopravvivenza, la COMUNICAZIONE tra i membri: non esistono vertebrati che vivono in gruppo che non comunichino in qualche maniera con i propri simili. Senza poter spiegare agli altri quando si ha fame, quando si è stanchi, quando si è felici, quando si ha paura, il gruppo non può coesistere né andare avanti. Per questo, ogni specie ha codificato una serie ben precisa di gesti e comportamenti, che vanno sotto il nome generico di “linguaggio non verbale”, attraverso il quale ogni appartenente a quella precisa specie sa in modo ESATTO cosa l’altro individuo sta esprimendo, nel bene e nel male. Per fare un esempio, un cane giapponese e un cane messicano, se si incontrano, sanno perfettamente comunicare anche senza conoscersi: il movimento della coda, delle orecchie, il ringhiare o il fare le feste è un modo di comportarsi universale per qualsiasi cane.

Eppure anche tra gli animali di gruppo esiste la menzogna, l’adulazione e il rispetto finto. Ad esempio, in molti gruppi di animali – prendiamo i babbuini – solo il capobranco ha il diritto di accoppiarsi con le femmine. Gli altri maschi, anche se si sottomettono alla sua volontà, però, compiono spesso “tradimenti” con le sue compagne. La differenza è che gli esseri umani hanno un senso di etica per cui si ritiene che ingannare è negativo – anche se, purtroppo, è il contrario: chi sa mentire bene ha spesso più successo di chi è sempre sincero.
La nostra specie era abile a comunicare in modo gestuale qualche centinaio di migliaio di anni fa, quando non esistevano i linguaggi complessi e bisognava capire in pochi istanti se l’altro essere umano di fronte a noi era un nemico o un amico. Successivamente nacque la parola complessa, che sostituì, per la maggior parte dei discorsi, il linguaggio del corpo.

Ma questo esiste tuttora e tutti lo usiamo! Per lo stesso motivo di cui sopra – la vita in gruppo – la razza umana ha imparato, con la parola, a MENTIRE con una capacità sorprendente, tanto che in casi particolari – gli attori che recitano un ruolo preciso – è arduo per tutti capire se la persona sta dicendo la verità o no. Insomma, la parola si presta all’inganno con facilità: basta non dire la verità e l’altra persona, se non ha assistito al fatto, può credere senza esitazione a ciò che le viene raccontato.

D’altra parte, anche se la parola si manipola subito, con il corpo NON VALE AFFATTO! Per centinaia di migliaia di anni il corpo ha detto la verità, perché da questo dipendeva la sopravvivenza del singolo e, a lungo andare, della specie e non bastano poche migliaia di anni di “parole e linguaggio” per cancellarne gli effetti.

Insomma, anche i più bravi bugiardi si tradiscono e comunicano la verità, ma non lo fanno a parole né in modo volontario: lo fanno con il corpo. Ma il linguaggio del corpo non ha come scopo solo quello di scoprire i bugiardi, possiamo usarlo per tanti fini molto più interessanti, cioè i motivi per cui è nato: la comunicazione efficace.

Il nostro corpo infatti, ci piaccia o meno, rivela SEMPRE, sia quando qualcosa ci piace, sia quando la detestiamo. Ignora senza problemi il bon
ton, la buona educazione e le regole del quieto vivere, “dicendo”, nel suo linguaggio schietto e privo di parole, cosa pensa in qualsiasi situazione. È risaputo che la comunicazione non verbale pesa per il 93% all’interno di un colloquio, mentre il verbale è solo il 7%: non importa COSA si dice, ma COME lo si dice!

Se non siete convinti, pensate a una frase come “passami il sale per favore” detto digrignando i denti e con le sopracciglia abbassate. Suonerà molto peggio di “passamelo subito” richiesto con un ampio sorriso e con i palmi tesi a riceverlo. Eppure la prima frase è formalmente molto più gentile della prima. È ora di imparare il modo corretto in cui le persone comunicano, e soprattutto MENTONO.

A questo punto ci sembra doverosa una premessa: cosa volete fare una volta imparato a comprendere gli altri? Smascherarli sempre? Evitare gli inganni? Diventare inquisitori? La scelta è vostra. Noi, come comunicatori esperti, possiamo dirvi che la prima e l’ultima scelta sono molto pericolose. Una volta imparato come fanno gli altri a mentire potremmo renderci conto che pressoché TUTTI mentono. Ma non è sempre facile capire il perchè: a volte capiamo l’emozione del nostro interlocutore ma fraintendiamo completamente la ragione di questa emozione. Facciamo un esempio.

ERRORE DI OTELLO
Prendiamo a prestito dal dottor Paul Ekman questo principio. Otello, nella tragedia scritta da Shakespeare, uccise l’amata Desdemona per
gelosia, convinto che la tradisse con Cassio. Otello va da lei con l’intenzione di ucciderla. Lei gli chiede di parlare con Cassio per testimoniare la sua innocenza, ma Otello replica di averlo già ucciso. A quel punto lei piange disperata per tutta la faccenda, ma lui equivoca e attribuisce il pianto alla morte di Cassio, suo presunto amante. L’emozione di disperazione di Desdemona era corretta, e Otello aveva capito bene.

Ma il MOTIVO del pianto era del tutto sbagliato. Spesso ci facciamo fuorviare dall’intuito e dalle emozioni. Ma per quanto possiamo essere precisi nel definire l’emozione altrui nei dettagli non possiamo leggere nella mente! Per non cadere nell’errore di Otello è bene ricordarlo.

]]>

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
http://www.comunicaseduzione.com/benessere/linguaggio-del-corpo-menzogna/feed/
0

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
Felici si Nasce?
Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
http://www.comunicaseduzione.com/benessere/felici-si-nasce/
Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
http://www.comunicaseduzione.com/benessere/felici-si-nasce/#comments

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
Thu, 24 Jan 2013 15:15:40 +0000
admin http://www.comunicaseduzione.com/?p=5017

Felici si nasce? NOTA: Questo articolo è scritto da Sonja Lyubomirsky, dottorato ad Harvard e Stanford, Docente di Psicologia alla University of California. Ho conosciuto Sonja in occasione del lancio del suo libro: How of Happiness. Se anche tu vuoi proporre un articolo contattaci subito: presto inizieremo a pubblicarli regolarmente.

“Per cambiare la tua vita, inizia immediatamente, fallo con passione, niente eccezioni”. William James, “padre” della psicologia.

Ho due amici, Mark e Brian, e uno è molto più felice dell’altro.

Mark è infelice, irritabile, a volte disperato, anche se non verrebbe mai considerato clinicamente depresso. D’altra parte, Brian è particolarmente allegro e, nonostante i periodi di tristezza e di stress, riesce sempre a trovare gioia nella sua vita. Per capire perché questi due uomini sono così diversi, permettimi di raccontarti qualcosa della loro vita.

Sono entrambi sulla quarantina ed hanno un certo successo. Brian è un docente di psicologia in un università prestigiosa. Il suo lavoro gli piace ed ha molte occasioni di viaggiare. Il suo programma di ricerca ha attirato attenzione in tutta America.

Mark è un avvocato in una piccola città che si affaccia sull’Oceano Pacifico. E’ specializzato nel risolvere dispute tra i proprietari di appartamenti e i loro inquilini, ha molto successo nel suo lavoro ed è spesso intervistato dai media come esperto del settore.

Entrambi hanno famiglie felici. Mark è sposato con Dena e hanno un bambino di tre anni. Brian è sposato con Karen: hanno iniziato a frequentarsi all’università e adesso hanno due bambini.

Entrambi sono proprietari delle loro case e vivono a circa mezz’ora di distanza dal loro lavoro.

Ma perchè Brian è più felice di Mark? E’ semplicemente nato più felice? O sono le circostanze della sua vita che lo rendono tale?

Conoscendoli, per me sarebbe difficile sostenere che uno dei due ha circostanze di vita migliori dell’altro in termini, ad esempio, di lavoro e serenità familiare. Inoltre, molte ricerche hanno mostrato che ricchezza e aspetto fisico hanno solo una piccola influenza sui livelli medi di felicità di una persona. Ad esempio, uno studio di Ed Diener dell’Università dell’Illinois ha dimostrato che gli americani più ricchi – quelli che guadagnano più di 10 milioni di dollari l’anno – sono solo lievemente più felici delle persone che lavorano per loro. In altre parole, anche se Mark avesse meno soldi di Brian, questo non spiegherebbe la sua infelicità.

Proviamo con un altra spiegazione. Brian è nato con una predisposizione alla felicità? Effettivamente, molte ricerche suggeriscono l’esistenza di un livello medio di felicità a cui normalmente torniamo anche dopo aver vissuto disastri e trionfi. Il comportamento di questo livello è simile a quello che succede col peso corporeo: per alcune persone è facile mantenersi in linea mentre altre tendono ad accumulare grasso. Quindi Brian potrebbe semplicemente possedere un alto “Livello medio” di allegria. Ma se la felicità di Brian è dovuta alla genetica, cosa può fare Mark? Siamo tutti costretti a rispettare il “Livello medio” di felicità scritto nei nostri geni?

La risposta è no. Sono una ricercatrice di psicologia sociale e ho condotto per prima uno studio che ha dimostrato la possibilità di aumentare e mantenere nel tempo alti livelli di felicità. Questa ricerca mostra che è possibile raggiungere e mantenere uno stato di felicità e benessere superiore al proprio “Livello medio”. Come per il raggiungimento del peso forma, diventare permanentemente felici richiede alcuni cambiamenti iniziali e un allenamento quotidiano.

Insieme a due miei colleghi ho elaborato una teoria che spiega i fattori più importanti che determinano la felicità. Il 10% dipende dalle nostre circostanze e il 50% da fattori biologici. Questo lascia un 40% nelle nostre mani. Mark potrebbe essere molto più felice. E anche Brian.

Di seguito descrivo alcune delle buone abitudini che possono renderci più felici. Non provare a concentrarti su tutta la lista, ma inizia a praticare regolarmente le 4 attività che senti come più naturali e che magari conosci già.

- Il giornale della gratitudine
Scrivere ogni settimana 3 o 5 cose di cui sei contento. E se c’è una persona che è stata particolarmente importante nella tua vita scrivigli una lettera di ringraziamento o valla a trovare e ringraziala di persona.

- Gesti di gentilezza
I gesti di gentilezza possono essere spontanei, come far passare avanti uno sconosciuto in fila, oppure decisi in precedenza, come mettersi d’accordo con un anziana vicina per leggere il giornale insieme ogni tanto. Essere gentili con gli altri crea una serie di effetti positive a cascata che possono aumentare la nostra felicità.

- Coltivare l’Ottimismo
Esercitarsi a trovare il lato positivo di ogni situazione, quasi come fosse un gioco, anche quando è veramente difficile da trovare.

- Imparare a dimenticare
Liberarsi della rabbia, del risentimento e dei desideri di vendetta scrivendo, senza mandare, una lettera di perdono alla persona che ci ha fatto del male.

- Rendere più frequenti le esperienze di “Flow”
Quando sei molto preso da quello che stai facendo e non ti accorgi nemmeno del passare del tempo sei in uno stato chiamato “Flow”. Questa esperienza si può provare sul lavoro o nel tempo libero. E’ comunque importante per la nostra felicità aumentare il numero di situazioni in cui siamo completamente presi da quello che stiamo facendo.

- Investire nelle relazioni
Avere relazioni personali solide e soddisfacenti è uno dei fattori più importanti per una vita felice. In effetti, avere una persona cara a cui importa veramente di te è uno dei migliori rimedi contro l’infelicità! Quindi, è fondamentale impegnarsi per imparare a far nascere, coltivare e godere delle nostre relazioni.

- Evita di pensare troppo
La mente è uno strumento prezioso ma è anche la fonte numero uno di infelicità. Fai attenzione a non pensare troppo.

- Godi delle piccole gioie della vita
Fai molta attenzione ai piccoli piacere di ogni giorno e ai momenti magici. Concentrati sulla dolcezza di un mango maturo, sul profumo del pane e sul calore del sole.

- Dedica tempo alla tua anima
Molti studi mostrano che le persone spirituali sono più felici. Se senti di avere questo desiderio, partecipa a un gruppo di preghiera, leggi un libro che parla di spiritualità o medita regolarmente.

- Impegnati nel raggiungere i tuoi obiettivi
Le persone che si impegnano nel raggiungere obiettivi che sentono come significativi, ad esempio imparare un nuovo mestiere o crescere i figli, sono molto più felici di quelle che vagano senza direzione. D’altra parte, perseguire in modo ossessivo un obiettivo spinti da ragioni superficiali può distruggere la nostra felicità.

- Usa il tuo corpo: fai esercizio, medita, sorridi e riposa.
Dormire a sufficenza, fare esercizio fisico, meditare e sorridere hanno un effetto eccezionale sul nostro umore.

I segreti della felicità sono facili da imparare, molti li conosciamo già, ma non è facile praticarli regolarmente. Allo stesso tempo, con impegno tutti possono acquisire abitudini positive che aiutino a raggiungere e mantenere alti livelli di felicità.

]]>

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
http://www.comunicaseduzione.com/benessere/felici-si-nasce/feed/
0

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
La meditazione del cioccolatino
Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
http://www.comunicaseduzione.com/benessere/la-meditazione-del-cioccolatino/
Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
http://www.comunicaseduzione.com/benessere/la-meditazione-del-cioccolatino/#comments

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
Wed, 23 Jan 2013 13:54:36 +0000
admin http://www.comunicaseduzione.com/?p=4904

cioccolatino Ti è mai capitato di finire un pasto e accorgerti che hai passato il tempo a pensare ad altro? Dove è finito il gusto del cibo che hai appena mangiato? Il piacere del suo odore? Tutte queste sensazioni sono perse. Il momento è passato. In effetti, trascorriamo gran parte della nostra vita con l’autopilota inserito, mentre il chiacchiericcio della mente ci distrae dai piccoli piaceri di cui potremmo godere adesso. Fortunatamente, possiamo cambiare questa abitudine. Un modo per farlo è la meditazione che ti propongo oggi, che ho adattato dagli studi sulla consapevolezza del Professor Mark Williams dell’Università di Oxford. Divertiti a sperimentarla seguendo lo spirito di questa meditazione, ma senza preoccuparti di seguirne esattamente i singoli passi. Poi scrivi le sensazioni che hai provato: come ti senti? E’ stato diverso dal normale? A chi consiglieresti questa esperienza?

  • Compra un piccolo cioccolatino che normalmente non mangi.
  • Fai spazio nella tua giornata in modo da avere 10 minuti in una stanza da sola e senza interruzioni.
  • Scarta il cioccolattino e mettilo sul palmo della tua mano. Guardalo come se non l’avessi mai visto prima. Che forma ha? Ci sono dei disegni? La superfice del ciocccolattino è uniforme?
  • Ora avvicina il cioccolattino al naso. Senti l’odore oppure no? Se senti l’odore del cioccolatto, la tua salivazione aumenta? Riesci a provare una sensazione piacevole semplicemente respirando l’aroma del cioccolatino?
  • Ora metti consapevolmente il cioccolatino in bocca e poggialo sulla lingua. Senti il tocco del cioccolatino sul palato. Quanto tempo riesci a farlo sciogliere senza masticarlo? Porta la tua attenzione al suo gusto: il cioccolatto ha centinaia di sfumature di sapore diverse: quante ne riesci a sentire adesso?
  • La tentazione di masticare o succhiare il cioccolatino aumenta. Aspetta ancora qualche secondo e senti la suo consistenza. Distingui ancora la sua forma? Adesso mastica il cioccolattino: senti la sua consistenza che cambia fino a dissolversi. Provi l’istinto di inghiottire il cioccolatto rimasto? Rimani consapevole del momento in cui inghiotti il cioccolatto rimasto.
  • Che sensazione è rimasta nella tua bocca? La sua intensità va diminuendo o rimane uguale?
  • Ora prenditi un paio di minuti per scrivere le tue impressioni. Non ci sono “esperienze giuste”. Molte persone trovano questa meditazione piacevole, ma, come tutte le meditazioni di consapevolezza, l’obiettivo è quello di essere presenti alla realtà che stiamo vivendo, piacevole o spiacevole che sia, senza giudicarla, semplicemente vivendola per davvero.
    ]]>
    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/benessere/la-meditazione-del-cioccolatino/feed/
    0
    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
    Seduzione: i 10 errori più comuni dell’uomo
    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/attrai/seduzione-i-10-errori-piu-comuni/
    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/attrai/seduzione-i-10-errori-piu-comuni/#comments

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
    Mon, 21 Jan 2013 11:12:54 +0000
    admin http://www.comunicaseduzione.com/?p=2015

    Tutti sbagliamo. I problemi veri, però, si creano solo quando non conosci i tuoi errori: se non sai cosa stai sbagliando, è impossibile correggerti.

    Facciamo un esempio. Ti è mai capitato di uscire con un gruppo di persone in cui c’era un ragazzo con l’alito cattivo? E qualcuno glielo ha detto? Probabilmente no, e quindi questo ragazzo ha passato l’intera serata non capendo perché nessuno gli stava vicino. Magari dava la colpa agli altri, pensando che fossero antipatici o maleducati, oppure si buttava giù, immaginando di essere una persona sgradevole. Ma era solo l’alito cattivo! Sarebbe stato così facile risolvere questo piccolo problema, e risolverlo avrebbe fatto una grande differenza nella sua serata. Se solo qualcuno glielo avesse detto.

    In altri casi, il nostro “errore” può essere una brutta espressione del viso che facciamo quando siamo tesi, il modo di stringere la mano, una forma sgradevole di autoumorismo, gli argomenti di conversazione che scegliamo e così via. E’ importante trovare un esperto che c’è li faccia notare in modo rispettoso, discutendone in privato e spiegandoci come evitarli.

    Ma lasciamo da parte le situazioni particolari e concentriamoci sugli errori comuni degli uomini single. In questo articolo ne scopriremo 10.

    1- Fissare la sconosciuta che ti piace
    Lo vedo fare molto spesso. Due amici entrano in un locale e con lo sguardo “Allupato” iniziano a squadrare tutte le ragazze intorno, fissando poi per alcuni secondi quelle che gli piacciono di più. Le ragazze in questione notano di essere guardate e si irrigidiscono: ora è più difficile conoscerle. La morale? Quando vuoi rompere il ghiaccio con una sconosciuta non fare lo stalker e vacci a parlare subito. (Per approfondire leggi La Regola Del Primo Sguardo)

    2- Non capire i segnali femminili
    Qualche mese fa ero fuori a prendere un aperitivo con un gruppo di amiche. Una di loro, attrice, bellissima, nota un ragazzo nel locale che la colpisce per il suo modo di fare. Lui si rende conto di essere stato guardato, ma non fa niente. Immaginati la scena. La mia amica si aggira ansiosamente per il locale, cercando di farsi guardare, ma fingendo di essere interessata ad altro. I minuti passano e lui non si avvicina. Al che lei, disperata, scrive il suo numero su un bigliettino di carta e sta per darglielo. Ma le amiche la bloccano: “Cosa fai? Dai, sicuramente non è quello giusto!”. Ma lui, era veramente così “sbagliato”? Probabilmente no. Comunque l’occasione di conoscerla è persa per sempre.

    Il problema, per quel ragazzo come per molti altri uomini, è la scarsa comprensione dei segnali che le donne mandano col linguaggio del corpo e con le espressioni del viso. (Questo è uno degli argomenti che approfondiamo nei miei workshop.) Se solo lui avesse saputo leggere i segnali non verbali della mia amica, avrebbe capito che:
    - Quella sera era disponibile a fare nuovi incontri.
    - Era interessata a lui.
    - Dei maschi che le stavano intorno, me compreso, non le interessava nessuno.

    3- Frequentare i posti sbagliati
    Siamo tutti d’accordo sull’importanza di fare nuovi incontri. Ma come facciamo a conoscere regolarmente persone nuove? Se non ci sono gli amici a presentarcele, dobbiamo essere noi a rimboccarci le maniche e a imparare a rompere il ghiaccio con le sconosciute che ci interessano. Alcuni pensano che essere bravi a rompere il ghiaccio significa saperlo fare sempre e dovunque. In parte è vero, ma rimane comunque fondamentale trovarsi nel luogo giusto. Ad esempio, conoscere una donna per strada è più difficile: magari sta correndo per un appuntamento di lavoro e non ha tempo per te neanche se volesse. Molto meglio avvicinare una donna in un luogo più tranquillo, come una libreria nel weekend, o in un posto dove ci si va a divertire, come un locale notturno. I luoghi di incontro sono tantissimi e variano anche a seconda delle nostre preferenze e inclinazioni individuali. I luoghi “Giusti” ti permettono di incontrare le donne più adatte ai tuoi valori e al tipo di relazione che cerchi.

    4- Comportarsi da “Tappetini” o da “Scocciatori”
    Diventiamo “Tappetini” quando diciamo sempre di si a una donna e accettiamo qualsiasi suo comportamento. Ad esempio, a cena fuori, se la ragazza inizia a ricevere telefonate una dopo l’altra, il “Tappetino” è disposto a rimanere in attesa mentre lei passa la cena parlando al telefono: in questo modo il “Tappetino” finisce praticamente per mangiare da solo! Attenzione però, anche dire sempre di no è fastidioso. Ancora peggio è lamentarsi e fare scenate. Io mi riferisco a tutti questi comportamenti con la frase: “Fare gli Scocciatori”. Ma cosa intendo esattamente? Se una ragazza riceve telefonate durante la cena con uno “Scocciatore”, lui manifesta subito segni di impazienza e magari le fa una scenata. E quindi, se non bisogna dire né sempre SI né sempre NO, cosa conviene fare? Possiamo imparare a farci rispettare senza fare gli “Scocciatori” e la strada migliore è abituarsi a proporre soluzioni. Si chiama “Comunicazione Assertiva”. Un esempio? Quando lei finisce la prima chiamata, prendi il tuo cellulare in mano, e mettendolo in silenzioso dille con tono deciso:”Ora mettiamo i cellulari in silenzioso e godiamoci il resto della cena”.

    5- Poca gradualità nel contatto fisico
    Alcuni uomini non hanno alcun tipo di contatto fisico con la donna che gli interessa e poi, improvvisamente, le saltano addosso. Ovviamente, vogliamo evitare di toccare in modo intimo una ragazza conosciuta da poco, ma – se una ragazza ci piace – è utile avere presto una qualche forma di contatto fisico. All’inizio, la cosa migliore è limitarsi a sfiorare il suo avambraccio o, se siete seduti, cercare un brevissimo contatto con le ginocchia. In ogni caso, il contatto fisico è fondamentale, da subito. Molti studi hanno provato la sua importanza anche nel mondo del lavoro. Ad esempio, in una ricerca recente è stato chiesto a centinaia di camerieri sparsi per il mondo di sfiorare l’avambraccio dei loro clienti prima di portare il conto e di registrare le relative mance. Bene, si è scoperto che i clienti che venivano sfiorati davano mance più generose del 30%! Il contatto fisico, anche se molto leggero, ci avvicina alle persone.

    6- Mentire
    Mentire sull’età, sul proprio lavoro, sulla vita sociale, sulla situazione economica, sulle intenzioni per il rapporto, e così via. Le donne sono molto più brave di noi a capire se qualcuno sta mentendo, quindi meglio non provarci: probabilmente saresti scoperto. E poi, se senti il bisogno di mentire, forse inconsciamente non ti rendi ancora ben conto del tuo valore e pensi di non essere abbastanza per lei. Allora prova a fermarti un attimo, a pensare a tutto quello che ti piace di te, alle sensazioni che puoi far provare a una donna che ti piace, all’affetto che le puoi regalare, al piacere che le puoi far provare, a come sai essere divertente con la persona giusta. In altre parole, prendi consapevolezza dei tuoi Punti di Forza.

    7- Non sapere ascoltare in modo attivo-empatico
    Le donne si lamentano spesso della scarsa capacità di ascolto di noi uomini. Ma cosa intende una donna quando si lamenta di un uomo che non la capisce o non la ascolta? Ovviamente non sta dicendo che lui non l’ha sentita o che lui non ha capito il senso letterale delle parole che gli venivano dette: due orecchie e un cervello ce li abbiamo tutti… Ma ascoltare davvero, significa cercare di capire non solo il FATTO che ti viene raccontato, ma soprattutto il SIGNIFICATO che quel fatto ha per lei, e le EMOZIONI che le ha procurato. Questo tipo di ascolto si chiama Attivo (perchè l’ascoltatore fa domande per capire meglio) ed Empatico (perchè l’ascoltatore è attento alle emozioni). Quando si ascolta in questo modo non si esprimono giudizi e non si danno consigli. Ascoltare una persona per davvero, in modo attivo-empatico, può avere effetti sorprendenti. Gli psicoterapisti Rogersiani hanno mostrato come questo tipo di ascolto può addirittura curare una persona. E difatti chi studia questo approccio psicoterapeutico passa 4 anni ad approfondire e ad esercitarsi nell’ascolto attivo-empatico. Ma torniamo alla seduzione. Quando una donna sente di aver incontrato un uomo di valore che la fa sentire profondamente capita, farà di tutto per non lasciarselo scappare.

    8- Confondere la riconoscenza con l’amore
    A volte pensiamo: “Se faccio questo per lei, allora finalmente mi amerà.” Ma non è mai così. Non c’è oggetto che tu possa regalarle, o problema che tu le possa risolvere, che può farti ottenere il suo amore. Certo, lei può essere riconoscente, e magari considerarti un buon amico, ma niente di più.

    9- Essere indecisi
    Quando sei con una ragazza e state decidendo che dvd noleggiare o in quale ristorante mangiare o dove andare a bere qualcosa, non perdere tempo a scegliere e proponi subito la soluzione che preferisci. Attenzione però: questo non significa cercare di imporre la tua scelta, ma semplicemente proporre qualcosa, invece che dire il solito: “Andiamo dove preferisci tu, tesoro”. In generale, nella scelta del vino da ordinare o in qualsiasi altro momento della vita, l’indecisione distrugge il fascino maschile.

    10- Procrastinare
    Immagina la scena. Sei a una festa. La sconosciuta che ti piace si allontana dal suo gruppo di amiche e si dirige verso il tavolo con le cose da bere. Sai che è il momento giusto per andarti a presentare: è più facile rompere il ghiaccio mentre lei è da sola. Lo fai? Hai pochi secondi a disposizione. Ti avvicini e rompi il ghiaccio o fai passare il momento giusto? Mettiamo ora da parte l’esempio della festa: in generale, la procrastinazione può danneggiare tutte le relazioni sentimentali e di lavoro. Rimandare qualcosa di importante – invece di farlo subito – è un problema molto diffuso. Per eliminare la procrastinazione dalla nostra vita dobbiamo abituarci a fare le nostre valutazioni e poi agire subito.

    CORSI PER APPROFONDIRE

    - Linguaggio Alfa
    Gli uomini che lo frequentano vogliono diventare più sicuri e attraenti e scoprire come comportarsi al meglio con le donne che gli piacciono. Altre informazioni >>

    - Comunicare in 9 secondi
    Studi scientifici e senso comune concordano sull’importanza della prima impressione. In questo workshop scopri come rompere il ghiaccio e fare una buona prima impressione. Altre informazioni >>

    ]]>

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/attrai/seduzione-i-10-errori-piu-comuni/feed/
    0

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
    Come Rivedere una Sconosciuta
    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/incontri/come-rivedere-una-sconosciuta/
    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/incontri/come-rivedere-una-sconosciuta/#comments

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
    Fri, 27 Jul 2012 15:34:33 +0000
    admin http://www.comunicaseduzione.com/?p=92

    HAI APPENA CONOSCIUTO UNA RAGAZZA che ti piace e che sembra apprezzare la tua compagnia. Sei riuscito a rompere il ghiaccio e a iniziare una bella conversazione. Ma il tempo passa e tu capisci che fra poco lei se ne dovrà andare: come rivederla?

    Allora ti fai coraggio e – prima che sia troppo tardi – le chiedi il numero di telefono.

    Lei ha un attimo di esitazione. Cosa sta passando nella sua testa? Probabilmente qualcosa del genere: “Perché vuole il mio numero? Mi sa che gli piaccio… E lui mi piace? Mmmh, non so. E’ simpatico, ma adesso non mi sento attratta da lui. Gli dico di no.”

    Il paradosso è che – conoscendoti meglio – forse avrebbe cambiato idea. Ma chiederle il numero in questo modo l’ha costretta a scegliere adesso, a chiedersi subito se gli piaci oppure no. La saluti, forse con un numero in mano, ma per una ragione o per un’altra, purtroppo non vi rivedrete mai.

    Ti è mai successo qualcosa del genere? Se la risposta è si, forse ti sei chiesto come fare per evitare questa situazione. Nei miei workshop trattiamo questo argomento in modo approfondito, ma nel frattempo c’è un metodo che puoi iniziare ad usare immediatamente per rivedere una persona che ti interessa dopo averla conosciuta ad una festa, su facebook, o in qualsiasi altro luogo. Ti spiego subito di cosa si tratta, ritornando alla tua serata e a come sarebbe potuta andare…

    Hai appena conosciuto una ragazza che ti piace e lei sembra star bene in tua compagnia.

    Chiacchierando, inizi ad avere un idea di come le piace trascorrere il tempo libero. Un modo simpatico di ottenere questa informazione è tirare ad indovinare, scherzando sulle attività impossibili che secondo te a lei piace fare (es. “Fammi indovinare: ami scalare le montagne in equilibrio sulle mani!”) Oppure cercando genuniamente di immaginare come le piace divertirsi. Il primo modo comunica la tua giocosità, mentre il secondo la tua capacità di capirla senza parole. Entrambe queste caratteristiche sono attraenti e tirare ad indovinare ha anche il vantaggio di evitare che la conversazione si trasformi in una noiosa intervista.

    Ora poniamo il caso che a lei piaccia scoprire nuovi bar in cui prendere l’aperitivo e che tu avessi in programma di fare qualcosa del genere in settimana. Così le dici: “Ma allora forse conosci Bar123? Giovedi c’è un aperitivo eccezionale in cui… [descrivi appassionatamente la serata che hai intenzione di trascorrere con uno o più amici] “

    Fatto? Ora attenzione, NON la invitare subito. Osserva la sua reazione al tuo racconto e ascolta i suoi commenti: sembra interessata? Lasciale un po’ di tempo per valutare. Molto spesso sarà lei stessa ad autoinvitarsi e a chiederti il numero! Se lei non mostra interesse per l’occasione sociale che hai appena descritto, cambia discorso, e dopo un po’ descrivi un altra uscita carina che ha in mente di fare.

    E che succede se non hai in programma niente di interessante? Capita, siamo sempre presi da 1000 impegni e certe volte non rimangono abbastanza energie per organizzare il nostro tempo libero. Ma se stai leggendo questo articolo hai già deciso di fare dei cambiamenti nella tua vita ed il primo passo può essere quello di migliorare la tua vita sociale. Ogni città ha una rivista o un sito web con la lista delle cose da fare: cinema, teatro, cultura, concerti, discoteche, corsi, e così via. Il tuo primo compito è trovare questo sito o questa rivista, leggerla da cima a fondo, sottolineare le attività più interessanti e invitare uno o più amici a venire con te.

    Ma torniamo alla ragazza che hai appena conosciuto: se non hai progetti particolari, ci sarà comunque qualcosa che ti piace fare, un posto dove vuoi andare, un film che vuoi vedere.

    Facciamo il caso che tu abbia voglia di provare l’aperitivo del Bar123, ma che non abbia ancora fatto programmi con amici per andarci. A lei puoi dire: “Ma allora forse conosci Bar123, c’è un aperitivo in cui… [descrivi appassionatamente la serata]” e di nuovo lasciale il tempo di autoinvitarsi, osserva reazione e commenti, e se sono positivi aggiungi: “Io vado giovedi, mi accompagni?”. Nella stragrande maggioranza dei casi la risposta sarà si e verrà accompagnata dalla richiesta di scambiarsi il numero.

    Ma perché questo metodo funziona? Fondamentalmente, perché più che essere un “metodo” innaturale, questo è il modo in cui si fa normalmente amicizia: scopri di avere qualcosa in comune e organizzi qualcosa di carino da fare insieme.

    Questo metodo ha anche altri vantaggi:

    • Ti evita le mille difficoltà pratiche di mettersi d’accordo per sms o per telefono su quando vedersi e su cosa fare. (es. chiamare e non trovarla, proporre un giorno via sms per poi scoprire che lei è impegnata, suggerire di far qualcosa insieme e poi scoprire che a lei non piace,…)
    • Ti porta a prendere accordi con la ragazza che ti interessa quando lei ha il piacere della tua compagnia freschissimo in mente. (per quanto vi siete trovati bene, sei comunque una persona appena conosciuta, il cui ricordo sparirà velocemente. Una settimana dopo il suo interesse a rivederti sarà già molto diminuito: meglio decidere subito quando vi rivedrete)
    • Questo metodo comunica indirettamente il fatto che la presenza della ragazza è per te un opzione e non una priorità. Questo rende tutto molto meno impegnativo per lei e più vicino al suo mondo. Molte donne interessanti sono piene di cose da fare e trattano la maggior parte delle occasioni sociali come “opzioni” a cui vanno se quel giorno “si sentono” di farlo.
    • Anche se lei ti da buca, tu comunque fai qualcosa che ti andava di fare.
    • Con questo metodo, il processo di mettersi d’accordo su quando rivedersi comprende la possibilità di mostrare che sei una persona con una vita sociale e degli interessi, stimolando quindi la sua attrazione.
    • Una variante di questo metodo sono gli incontri immediati. Ad esempio, se scopri che entrambi avete fame ed entrambi amate il cinese, dille semplicemente: “Sto svenendo dalla fame! Accompagnami al cinese qui accanto.”
    • Un altra variante di questo metodo, da usare però solo come ultimissima spiaggia, sono gli incontri per “networking e proselitismo”. Mi spiego meglio. Se non hai trovato nessuna attività carina da fare insieme, probabilmente la scelta migliore è lasciar perdere e dedicare la tua attenzione a una donna con cui hai più cose in comune. Ma se lei ti piace davvero tanto, ci sono altre due ragioni per cui potrebbe chiederti il numero. La prima è il networking: forse puoi esserle utile per lavoro o conosci persone che potrebbero aiutarla o hai una qualsiasi professionalità (avvocato, commercialista,…) che a lei potrebbe servire? Parlane. La seconda ragione per cui lei potrebbe volere il tuo numero è fare “proselitismo”. In altre parole, lei potrebbe essere alla ricerca di nuovi iscritti per un partito politico, nuovi clienti per una palestra, o nuovi aderenti ad una filosofia di vita. Se ti interessi ad un argomento che le sta a cuore lei potrebbe chiederti il numero allo scopo di coinvolgerti. Attenzione: se prendi la strada del networking o del proselitismo, usa il vostro prossimo incontro per farle capire che ci sono anche altre cose che potreste fare insieme.
    • Riassumendo, appena l’attività che hai descritto riscuote il suo interesse, aspetta un pò, e poi dille semplicemente “Ci vado la settimana prossima con gli amici: vuoi unirti a noi?”. A quel punto lei penserà: “Sembra interessante e lui non è male. Forse ci vado. Ma mi serve il suo numero per metterci d’accordo”.

    ]]>

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/incontri/come-rivedere-una-sconosciuta/feed/
    0

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
    I risultati della prova con Cosmopolitan
    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/incontri/la-mia-sfida-a-cosmopolitan/
    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/incontri/la-mia-sfida-a-cosmopolitan/#comments

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
    Sun, 06 Nov 2011 08:02:04 +0000
    admin http://www.comunicaseduzione.com/?p=2873

    Ecco la prova che mi ha proposto la rivista Cosmopolitan: “Ti chiediamo di fare una sessione di coaching con una nostra inviata. Noi la manderemo ad una festa, in modo che lei metta in pratica quanto imparato. Poi vedremo i risultati.” Come è andata? L’inviata di Cosmopolitan ha conosciuto l’uomo che le piaceva ed è stata invitata a un secondo appuntamento.
    Quì sotto trovi l’articolo completo.

    Articolo Cosmopolitan

    ]]>

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/incontri/la-mia-sfida-a-cosmopolitan/feed/
    0

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
    Punti di Forza
    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/prepari/alla-scoperta-dei-tuoi-punti-di-forza/
    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/prepari/alla-scoperta-dei-tuoi-punti-di-forza/#comments

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
    Wed, 26 Oct 2011 11:04:25 +0000
    admin http://www.comunicaseduzione.com/?p=60

    I PUNTI DI FORZA POSSONO AIUTARTI a raggiungere i tuoi obiettivi nella vita e sul lavoro: per usarli e comunicarli al meglio è necessario conoscerli bene.

    ISTRUZIONI:
    - Prendi carta e penna. Spegni il telefonino. Fai in modo di avere almeno 20 minuti tranquilli e senza interruzione.
    - Leggi l’Elenco delle Qualità quì sotto: troverai 24 qualità caratteriali divise in sei gruppi.
    - Rileggi l’Elenco una seconda volta identificando i 5 punti di forza che hai manifestato più di frequente in situazioni concrete successe nell’ultimo mese. Trascrivile sul foglio di carta.
    - Se hai segnato più di cinque qualità, elimina quelle che non ti fanno sentire bene quando le usi. Ad esempio, se sei capace di guidare un gruppo, ma farlo ti stressa, elimina la leadership.
    - Ora pensa a cos’altro ti piace di te. Includi caratteristiche fisiche, preparazione culturale, valori, capacità professionali, etc. Trascrivi sul foglio altri punti di forza.

    Attenzione. Ricordati che a volte tendiamo a sottovalutarci. Ad esempio, un mio cliente con spalle larghe e muscolose non le aveva incluse nei suoi punti di forza fisici, perchè per lui erano…ovvie! Altri clienti guidano aerei di linea, dirigono una piccola azienda, crescono i figli, consigliano ministri, sono esperti di qualcosa che io nemmeno conosco o fanno piccole e grandi cose che a me sembrano eccezionali, ma che loro danno per scontate!

    - Ora che hai identificato i tuoi punti di forza principali, inizia a riflettere su come puoi comunicarli ad una persona appena conosciuta: vogliamo evitare come la peste di “vantarci” o “darci delle arie”, ma se non impari a comunicare anche le cose belle di te, gli altri non le scopriranno mai e si formeranno un impressione di te fatta solo dei tuoi lati negativi.

    ELENCO QUALITÀ
    Saggezza e conoscenza – Capacità che riguardano l’acquisizione e l’uso della conoscenza.

    • Creatività: Pensare nuovi modi di fare le cose. Include capacità artistiche ma non si limita solo a quelle.
    • Curiosità: Interessarsi ad esperienze nuove. Essere affascinati da un argomento o dalle persone che si incontrano. Esplorare e scoprire.
    • Giudizio: Capacità di pensare le cose “per bene” e di non saltare subito alle conclusioni. Essere capaci di cambiare opinione se nuove informazioni suggeriscono di farlo.
    • Passione nell’imparare: Piacere nell’acquisire la conoscenza completa di un argomento.
    • Saggezza: Capacità di offrire consiglio agli altri. Avere un modo di vedere il mondo che ha significato per se e per gli altri.

    Coraggio – capacità di raggiungere un obiettivo superando le resistenze interne ed esterne.

    Coraggio: Non indietreggiare davanti a minaccie e difficoltà. Fare qualcosa che si considera necessario anche quando e’ impopolare.

    • Perseveranza: Finire ciò che si è iniziato. Trovare piacere nel completare le cose.
    • Onestà: Presentarsi con sincerità ed accettare la responsabilità per azioni ed emozioni.
    • Vitalità: Approcciare la vita con entusiasmo ed energia.

    Umanità – capacità interpersonali che includono il prendersi cura ed il fare amicizia con gli altri.

    • Amore: Dare valore alle relazioni intime con le persone, sia nell’amicizia che nelle relazioni romantiche. Provare piacere nel prendersi cura di una persona cara.
    • Generosità: Fare favori con piacere.
    • Intelligenza Sociale: Comprendere le motivazioni e le emozioni che spingono le persone ad agire. Capire cosa “è giusto” fare nelle differenti situazioni sociali. Comprendere cosa stimola persone diverse a fare quello che fanno.

    Giustizia – capacità che facilitano la vita di gruppo

    • Responsabilità Sociale: Lavorare bene in gruppo. Fare la propria parte. Essere leali verso il gruppo.
    • Giustizia: Trattare tutte le persone in modo corretto. Evitare che i sentimenti personali influenzino decisioni professionali riguardanti altre persone. Dare un opportunità a tutti.
    • Leadership: Incoraggiare un gruppo di cui si è parte a raggiungere un obiettivo mantenendo allo stesso tempo buone relazioni. Organizzare attività di gruppo.

    Temperanza – punti di forza che proteggono dagli eccessi.

    • Perdono: Perdonare chi ha sbagliato.
    • Modestia: Non pensarsi piu’ importanti di tutte le altre persone.
    • Prudenza: Fare attenzione ed evitare rischi inutili.
    • Autodisciplina: Capacità di regolare e controllare i propri desideri e le proprie emozioni.

    Trascendenza – punti di forza che ci connettono a qualcosa di più grande e danno senso alla vita

    • Sensibilità al bello: Notare ed apprezzare la bellezza in tutte le sue forme, dalla natura, all’arte, dalla scienza, alla musica.
    • Gratitudine: Essere consapevoli delle cose positive che ci capitano. Prendere tempo per ringraziare.
    • Speranza ed Ottimismo: Aspettarsi il meglio dal futuro mentre si lavora per ottenerlo.
    • Comicità: Divertirsi a stuzzicare giocosamente. Capacità di far sorridere le altre persone.
    • Spiritualità: Avere una concezione dello scopo e del significato della vita che danno conforto. Avere un senso di qual’e’ il proprio posto nello schema delle cose.

    Nota: questo articolo si basa sugli studi delle “Character Strenght” di Martin Seligman.

    ]]>

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/prepari/alla-scoperta-dei-tuoi-punti-di-forza/feed/
    0

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
    Conversazioni memorabili
    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/attrai/le-conversazione-damore/
    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/attrai/le-conversazione-damore/#comments

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
    Mon, 03 Oct 2011 12:11:10 +0000
    admin http://www.comunicaseduzione.com/?p=3450

    A volte vogliamo conquistare una persona speciale, ma tutto sembra giocare contro di noi. Altre volte rischiamo di perdere una persona importante a causa delle frequenti discussioni. In questi casi è importante fermarci un attimo per capire come possiamo trasformare le nostre conversazioni. Un consiglio? Comprendere, affermare e giocare. Comprendere l’altro, i suoi bisogni, il significato profondo di quello che dice. Affermare te stessa, le tue idee, il tuo valore di donna. Giocare con l’altro, con la leggerezza di una bambina che costruisce un castello di sabbia e poi –d’improvviso – si mette a saltare sulla spiaggia, distruggendo il castello e ridendo come una matta!! Scopriamo insieme 10 modi per farlo.

    1) Ascolto attivo-empatico. La psicologia umanistica ha provato che un ascolto attivo-empatico di qualità non fa semplicemente sentire bene l’altra persona, ma può addirittura curare il suo disagio psicologico. Gli psicoterapeuti che seguono l’indirizzo umanistico passano 4 anni a imparare come “Ascoltare bene”. Fortunatamente a te non serve “curarlo”, vuoi solo sentirti e farlo sentire bene. Prova quindi a guardare le cose dal suo punto di vista: cosa significa – per lui – quello che ti sta dicendo? L’ascolto diventa attivo quando facciamo domande per capire meglio e controlliamo di avere capito bene con frasi del tipo “Se ho capito bene stai dicendo che…”. La sfida? Smettere di consigliare, giudicare, consolare, esortare – e dedicarsi semplicemente all’ascolto. Non c’è niente che fa sentire una persona più importante e speciale.

    2) Cambiare argomento. A volte una persona parla di qualcosa di noioso semplicemente perché – in quel momento – non sa di che altro parlare e vuole evitare il silenzio. Non permettergli di annoiarsi e di annoiarti: cambia argomento. Ci sono tanti modi di farlo. Uno è il “Metodo del Ponte”. Si tratta di costruire un ponte immaginario dall’argomento corrente a quello nuovo. Vuoi degli esempi? Guarda ogni tanto il telegiornale de LA7 alle 20 – quando presenta Mentana – e fai caso a come riesce a collegare con eleganza e naturalezza i servizi e gli argomenti più diversi tra loro.

    3) Assertività. Se lui fa qualcosa che ti da fastidio, ricorda a te stessa che – purtroppo! – non puoi controllare le sue azioni, ma puoi essere tu a comportarti in modo diverso e puoi fargli delle richieste. Facciamo un esempio. Siete a cena, ma lui continua a ricevere sms e a messaggiare con qualcuno. Gli fai una scenata? (risposta aggressiva) Lui potrebbe prenderla male… Non dici niente? (risposta passiva) Ma ti sta dando fastidio! Una risposta assertiva mira a risolvere la situazione promuovendo la relazione. Ognuno di noi deve trovare le proprie risposte assertive, che fra l’altro variano da una situazione all’altra. Un esempio in questo caso potrebbe essere quello di prendere il proprio telefonino e, mettendolo in silenzioso, dirgli con dolce fermezza:”Ora mettiamo in silenzioso i telefonini e godiamoci il resto della cena”.

    4) Reclamo produttivo. Poniamo che l’uomo che ti interessa abbia fatto o detto qualcosa che non ti sta bene, creando quindi una tensione tra di voi. Adesso la conversazione rischia di diventare un litigio. Se anche essendo propositiva e assertiva, non hai risolto il problema, metti da parte le lamentele e fai un reclamo produttivo. La differenza? Nel reclamo produttivo proponiamo all’altra persona un azione riparatrice, qualcosa che lui può fare concretamente per rimediare al torto che sentiamo di aver subito.

    5) Storytelling. Le storie sono un veicolo importante per comunicare le tue esperienze e i tuoi valori. Nel contesto sociale, le storie sono racconti brevi – dai i 30 secondi ai 3 minuti – hanno un inizio che incuriosisce, una parte centrale e un finale sorprendente, divertente o affascinante.

    6) Offrire una vulnerabilità. Un senso di fiducia reciproca è un ingrediente fondamentale in tutti rapporti umani. Ma come puoi costruire fiducia con un uomo appena conosciuto? Beh, tendiamo tutti a fidarci di più delle persone che mostrano di fidarsi di noi. Quindi prova a dimostrargli che ti fidi di lui, raccontandogli qualcosa di vero e intimo e che non ti mette necessariamente in buona luce. Attenzione, sto parlando di offrire UNA vulnerabilità, appositamente scelta, e non di raccontare tutte le nostre debolezze. Ci sarà tempo per conoscersi.

    7) Il gioco dei ruoli. Molte conversazioni divertenti vengono fatte dandosi dei ruoli immaginari semplicemente per il piacere di giocare. Così un uomo elegante e di poche parole può essere trasformato in un esattore del pizzo, mentre tu sei il primo capo donna della mafia! Oppure siete due spie russe del KGB mandate a scoprire come si divertono gli occidentali!

    8) Il gioco delle avventure future. Cosa intendo con “avventura futura”? Uno scenario chiaramente immaginario e discusso solo per gioco. Ad esempio, “Andremo in vacanza sulla luna con uno Sputnik russo” oppure “Ci metteremo a suonare per la strada e tu – ballando la samba – raccoglierai i soldi con un piattino!”.

    9) Il gioco della cospirazione. Nel gioco della cospirazione si introduce un tema nella conversazione che diventa un piccolo segreto – solo per voi due – e che quindi vi unisce. Insito nel gioco della cospirazione c’è il messaggio “Io mi fido di te e so che non tradirai il mio piccolo segreto”. Ad esempio, immagina di essere a una festa e di conoscere Roberto, un uomo interessante. Ad un certo punto vedi un uomo che ti fa la corte ma che a te non piace, così ti avvicini a Roberto e gli dici all’orecchio:” Non ti girare, ma è appena entrato un tipo che potrebbe cercare di prendermi in ostaggio per tuta la serata! Nel caso vienimi a salvare!”.

    10) Il gioco del gomitolo. Hai mai giocato con un gatto? Se metti il gomitolo di lana troppo in alto, il gioco diventa troppo difficile e il gatto perde interesse. Ma se metti il gomitolo troppo in basso, diventa troppo facile da prendere e – di nuovo – il gatto perde interesse. Allora come si rende il gioco divertente? Allontanando e avvicinando il gomitolo. All’interno di una conversazione questo significa alternare complimenti genuini, che gli fanno pensare di averti conquistata, a piccole prese in giro, che gli fanno temere che non lo prendi seriamente. In altre parole, un uomo può perdere interesse sia se è sicuro di averti completamente conquistata, sia quando pensa di non avere speranze! Lo spazio del flirting sta in mezzo a questi due estremi.

    ]]>

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/attrai/le-conversazione-damore/feed/
    0

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
    12 gesti per flirtare col linguaggio del corpo
    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/attrai/flirtare-flirt-linguaggio-del-corpo/
    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/attrai/flirtare-flirt-linguaggio-del-corpo/#comments

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
    Wed, 14 Sep 2011 09:11:39 +0000
    admin http://www.comunicaseduzione.com/?p=2992

    E’ possibile che un uomo non sia attratto da una donna bella e piena di qualità ? Nel film “Il Cigno Nero” la bellissima Natalie Portman interpreta il ruolo di Nina, una ballerina che si prepara per il ruolo da protagonista ne “Il Lago dei Cigni”. Ma c’è un problema.


    Nina si muove in modo rigido, impaurito, controllato. (Forse anche per colpa dell’aggressività del suo insegnante di ballo che non la aiuta a sentirsi a suo agio.) Nina ha paura di lasciarsi andare alle emozioni. Prende tutto troppo seriamente. Il risultato? E’ fisicamente poco attraente, nonostante la sua bravura e la sua bellezza.

    Nina non è un caso isolato. Molte donne con una tendenza al perfezionismo si muovono in modo rigido e – mortificando la loro bellezza interiore ed esteriore – finiscono per risultare poco attraenti.

    In effetti, l’idea che il linguaggio del corpo e l’attrazione siano collegati non è nuova. Già nel 1975 un famoso studio di Clore, Wiggens, & Itkin mostrò che una donna brava a flirtare attrae molto più di una donna – magari esteticamente più bella – ma non altrettanto capace di comunicare col linguaggio del corpo.

    Purtroppo, alcune donne non si sentono libere di sperimentare modi diversi di stare con gli altri: “Così non sarò più me stessa!” In effetti, se ci identifichiamo completamente con la parte più superficiale di noi, come vestiti e modo di parlare, allora cambiando qualcosa avremmo paura di perdere noi stessi. Ma quando facciamo esperienza dell’incredibile profondità che c’è dentro di noi, allora siamo liberi di cambiare la superficie. Perchè tutto cio che oggi facciamo quando siamo con gli altri, prima non lo sapevamo fare. Lo abbiamo imparato, all’inizio a tentoni. E ora lo facciamo in automatico.

    Torniamo quindi all’attrazione fisica: come puoi diventare ancora più attraente agli occhi di un uomo?

    Un primo ostacolo da superare sono le paure inconsce. Paura di essere giudicata, rifiutata, ferita o paura di sbagliare. Paura e attrazione sono mutualmente esclusive. Quando si è nervose o impaurite si è sempre meno attraenti.

    Immaginiamo adesso di essere a nostro agio e concentriamoci per un attimo sull’uomo che ci interessa: lui preferisce una donna che prende l’iniziativa – magari semplicemente sfiorandolo con le gambe – o una che aspetta che sia lui ad agire? E’ una differenza fondamentale: ci sono uomini che amano l’iniziativa femminile e altri che non la sopportano proprio.

    Un altro passo importante è aumentare la propria capacità di giocare, di lasciarsi andare e di non prendersi troppo sul serio. Per diventare più attraenti – a prescindere dalla propria bellezza – è importante migliorare la propria capacità di flirtare. Alcune donne si interessano al mondo del flirt semplicemente per stare bene e divertirsi in compagnia. Flirtare è un gioco, un modo leggero e divertente di comunicare con un uomo interessante, stuzzicandolo e alludendo alla possibilità di un “dopo” che forse non arriverà mai. Una donna che flirta con un uomo interessante lo stimola e lo fa sognare – e nel frattempo si diverte tanto! Si flirta sia col corpo che con le parole: se vuoi leggere qualcosa sull’argomento puoi dare un occhiata a questa intervista con Cosmopolitan o a questo articolo di Style o alla rubrica lavoro sempre di Cosmopolitan. Ma torniamo al nostro discorso sul linguaggio del corpo femminile.

    A gli uomini che stanno leggendo queste parole, voglio ricordare che riconoscere l’intensità e la frequenza dei gesti del flirt è fondamentale per capire quanto una donna è interessata a noi: si flirta solo con un uomo che si ritiene interessante, almeno un pò. In effetti, molti problemi di relazione maschili nascono da una scarsa capacità di interpretare i segnali non verbali di attrazione e rifiuto.

    Fra un attimo inizieremo a parlare dei gesti del flirt. Un affascinante studio della dott.sa Monica Moore ha raccolto 52 gesti ed espressioni facciali che rappresentano modi efficaci di flirtare col linguaggio del corpo. In questo articolo faremo dodici esempi: prova a riconoscere i gesti che usi già e – col sorriso sulle labbra – sperimenta uno di quelli che non hai mai provato. In ogni caso, la parola chiave è divertimento! L’unico modo di approcciarsi seriamente al flirting è … non prendersi troppo sul serio!

    12 GESTI PER FLIRTARE COL LINGUAGGIO DEL CORPO E LE ESPRESSIONI DEL VISO

     
    linguino 1-Leccarsi le labbra
    Uno dei gesti più comuni che le persone usano per esprimere all’esterno una sensazione interna di piacere. Normalmente fatto in modo assolutamente inconsapevole. Alcuni studiosi pensano che la nascita di questo gesto sia legata all’aumento della salivazione data da un cibo delizioso di cui si cercano incosciamente i resti sulle labbra.
    testa-in-avanti 2- Sorridere timidamente
    La testa è leggermente reclinata in avanti, quasi come a segnalare deferenza nei confronti di una persona importante. In questo modo gli occhi sembrano ancora più grandi. Il sorriso è appena accennato e non scopre i denti. Visto molto di frequente nella principessa Diana.
    marilyn1 3-Esprimere piacere
    Le sopracciglia si alzano, gli occhi si socchiudono, le labbra si dischiudono, come a segnalare un breve momento di piacere, quasi come se stessi gustando qualcosa di delizioso. Una delle armi segrete di Marilyn Monroe.
    biting-lips1 4- Mordicchiarsi il labbro
    E’ anche questo un modo di esprimere piacere. Alcuni studiosi ricollegono questo gesto al piacere che il neonato prova nel mordicchiare il seno materno al momento della dentizione.
    head-toss 5- Scostare i capelli
    La donna che scosta i suoi capelli in presenza di un uomo si sta prendendo cura del suo aspetto. Carezzare i capelli ha a volte un significato simile.
    viso-in-mostra 6- Viso in mostra
    In questa posizione il viso è metaforicamente posizionato in una teca in cui è più facile ammirarlo.

    spalla-con-viso

    7-Avvicinare la spalla al viso
    Un gesto molto diffuso e molto femminile.
    dito-bocca

    8- Dito in bocca
    Concettualmente simile al mordicchiarsi un labbro ma ancora più provocante.

    ridere-alle-battute

    9-Ridere e avvicinarsi
    Avvicinarsi un pò più del necessario. Toccare per un momento la sua mano o il suo braccio. Spingerlo giocosamente. Ridere rumorosamente ad una sua battuta divertente, prendendolo poi giocosamente in giro per un altra che non faceva ridere.

    autocomforto

    10- Accarezzarsi leggermente
    Accarezzare leggermente il proprio petto o le proprie braccia o le gambe.
    giocare-con-scarpa 11-Giocare con la scarpa
    Le scarpe e i piedi di una donna sono spesso oggetto di attenzioni maschili. In particolare, alcuni associano il gesto di togliersi le scarpe al primo gesto che si fa per spogliarsi.
    accavallare-gambe 12-Accavallare le gambe mantenendole parallele
    Tra i due modi di accavallare le gambe, quello a destra mantiene le gambe parallele e ne esalta la bellezza facendo anche apparire più tonici i muscoli delle gambe.

    Conoscete i protagonisti del quiz televisivo di Rai Uno chiamato “L’Eredità”? Anche loro sono attenti lettori di Comunica&Seduzione. Con la complicità del conduttore Carlo Conti abbiamo usato l’articolo che avete appena letto per fare delle domande ai concorrenti. Nel video, la “Professoressa” Laura Forgia mostra i gesti di cui abbiamo parlato, esagerandoli un pò e ridendoci sopra. Flirtare è un gioco e non va mai preso seriamente. D’altra parte, comunicare bene in coppia – con il corpo e con le parole – è davvero importante.

    CORSI PER APPROFONDIRE

    - Scegliere la persona giusta
    L’obiettivo è attrarre la persona giusta, cioè quella con cui puoi essere davvero felice. In questo workshop individuale impari ad approcciare e attrarre le persone che ti piacciono e che sono compatibili con te. In Italia un corso su questi argomenti è una cosa strana. Forse ti sembra un idea un pò pazza. Puoi comunque provare. Altre informazioni >>

    - Riconquistarlo o lasciarlo andare?
    Qualunque sarà la tua scelta, queste sessioni di coaching ti accompagneranno in questo momento difficile, aiutandoti a fare tutto il possibile per ricucire il rapporto o per voltare pagina una volta e per sempre. Altre informazioni >>

    ]]>

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/attrai/flirtare-flirt-linguaggio-del-corpo/feed/
    0

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
    Marito, Amante o nuova Amicizia? Fare nuovi incontri
    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/incontri/marito-amante-o-nuova-amicizia-incontrare-uomini-interessanti/
    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/incontri/marito-amante-o-nuova-amicizia-incontrare-uomini-interessanti/#comments

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
    Tue, 09 Aug 2011 11:09:12 +0000
    admin http://www.comunicaseduzione.com/?p=2569

    Stasera esci. Sei stufa dei tipi che ti presentano le amiche, alle feste vedi sempre la stessa gente e vuoi incontrare persone nuove. Conoscerai un uomo interessante? Se il destino non sembra volerti dare una mano, ci sono alcune cose che puoi fare per rendere più probabile un incontro speciale. Vediamole insieme.

    - Come ti senti?
    Ti è mai capitata una di quelle serate in cui ti senti alla grande e tutto va per il verso giusto? Le persone sembrano magneticamente attratte da te e ti diverti tanto. E invece, hai mai avuto una giornata in cui ti senti scarica e tutto va storto? Il modo in cui ti senti quando esci di casa influenza il resto della tua serata. Quindi, se stasera esci, cosa puoi fare adesso per viziarti un pò e metterti di buon umore? Quì trovi un pò di idee di benessere per sentirti carica e socievole.

    - Dove vai?
    Ci sono situazioni in cui è impossibile per un uomo avvicinarsi e rompere il ghiaccio (ad esempio al cinema durante lo spettacolo) e posti in cui il volume della musica è cosi alto che è difficile fare conversazione. Dove incontrerai il tuo uomo? Quì trovi un pò di idee sui luoghi di incontro. Quando invece non hai voglia di uscire una possibilità sono i siti di annunci per single.

    - Chi viene con te?
    Avere la compagnia giusta è fondamentale per il successo della serata. La tua amica deve essere carina e socievole, in modo da fare una buona impressione e non diventare una “Palla al piede” quando conoscete persone nuove, ma non deve essere una “Mangiatrice di uomini” che ti ruba tutti quelli su cui avevi messo gli occhi! Su questo tema, è molto importante trovare un amica con cui non entri in competizione. Vedo frequentemente donne che – competendo per lo stesso uomo – finiscono per ostacolarsi a vicenda invece di darsi una mano. Invece, le amiche che si aiutano l’una con l’altra passano le serate migliori, si divertono e fanno strage di cuori! Se l’amica giusta non si trova, un alternativa è uscire con un amico o in un gruppo misto. Attenzione però: nessun uomo si avvicina a una donna accompagnata da un altro uomo. Se vai in giro con un amico lui deve essere un tipo estremamente socievole, non possessivo, capace di rompere il ghiaccio con i gruppi che vi fa piacere conoscere e di mandare via i seccatori che ti avrebbero fatto perdere tempo. Un amico del genere può rivelarsi molto prezioso. Infine, in alcuni luoghi si può anche andare da sole e – in generale – gli uomini trovano molto più facile approcciare una donna sola piuttosto che un gruppo di amiche. Ad esempio, se ti piace leggere, un luogo interessante in cui andare da sola è la libreria. Recentemente ho avuto un altra conferma di quanto le grandi librerie possano essere ottimi luoghi di incontro. Ecco cosa è successo. L’altro giorno alla Feltrinelli vedo una coppia mano nella mano che va in giro per la libreria cercando luoghi adatti per farsi delle foto. Incuriosito, mi avvicino, rompo il ghiaccio e scopro che stanno per sposarsi: dopo la cerimonia verranno a farsi le foto da Feltrinelli, perché proprio lì è nato il loro amore! A questo punto anche la commessa viene a parlare con noi e ci racconta che – tra un acquisto e l’altro – vede tante persone rompono il ghiaccio e fanno amicizia.

    - Come ti vesti?
    Ovviamente vuoi che un uomo sappia apprezzarti non solo per il tuo corpo, ma – prima di conoscerti – il tuo corpo sarà tutto quello che lui può vedere, quindi perché nasconderti? Molto spesso sento clienti che si lamentano del desiderio maschile. Ma il vero problema sarebbe non essere desiderata sessualmente da nessun uomo! Fra l’altro, l’attrazione fisica è una componente essenziale di un rapporto d’amore, insieme alla stima e all’intimità emotiva.

    Ma adesso ritorniamo al vestiario. “Ma la cosa piu’ importante non è vestirsi con gusto?” mi sento chiedere. E mi viene da sorridere, perche’ l’uomo medio – me compreso – di gusto per valutare gli abiti femminili ne ha ben poco!! E se ne capisce di scarpe, beh, non è necessariamoente un buon segno: gli uomini esperti di scarpe femminili spesso sono feticisti dei piedi. In effetti, evitare di vestirsi in modo volgare è ovviamente importante, come è molto importante sentirsi a proprio agio nei vestiti che abbiamo indosso, ma – dal punto di vista del facilitare gli incontri – i vestiti vanno anche usati per mettere in risalto i punti forti del tuo corpo: seno, sedere, gambe o vita stretta. A questo proposito vale la pena fare un paio di considerazioni.

    Rapporto vita/fianchi. Ci sono più di 77.300 (!) studi che mettono in relazione il rapporto vita/fianchi (in inglese, hip/waist ratio) con l’attrazione maschile. In altre parole, se avere un po’ di chili in più o in meno non ha importanza, è fondamentale indossare abiti che fanno vedere che la tua vita è più stretta dei tuoi fianchi. Viva le cinture!

    Solco del seno. Tante donne sono insoddisfatte dei propri seni e li trovano troppo piccoli, troppo grandi o troppo diversi tra loro. Forse anche tu, che leggi adesso questo articolo, non sei soddisfatta del tuo seno e gli trovi difetti che nessun uomo noterebbe. Se solo le donne amassero il loro seno quanto lo amano gli uomini! In particolare, quello che incuriosisce maggiormente uno sconosciuto, non è tanto la dimensione o la simmetria dei seni in sé, ma il fatto di poter scorgere il solco che li divide.

    D’altra parte, alcune donne temono che – indossando ad esempio abiti scollati – potrebbero essere scambiate per “donne facili”. In realtà gli uomini non fannno valutazioni simili sulla base del vestiario. Al limite, per gli uomini che fanno queste stupide valutazioni, il criterio è quanto rapidamente si è andati a letto. La prima sera? Dopo una settimana? Per molti uomini il “momento giusto” sembra essere intorno al terzo appuntamento, ma ovviamente è una valutazione che varia fortemente da una persona all’altra. Alcuni uomini apprezzano una donna che sa abbandonarsi alla passione e che avuto molte esperienze, e si sentono gratificati pensando: “Se ha avuto tanti uomini, e ora vuole solo me, devo essere davvero speciale.”

    - Dove ti siedi?
    La scelta del tavolo o del luogo in cui appoggiarsi all’interno del locale è un altro fattore fondamentale. Vi possono vedere? E soprattutto, c’è lo spazio fisico per potersi avvicinare e rimare a parlare seduti o in piedi?

    - Fallo avvicinare
    Ora sei nel locale, ti senti bene, sei con una buona amica, ti sei seduta in un tavolo “approcciabile” e finalmente vedi un tipo interessante. Ti farebbe piacere parlarci un po’, ma come puoi farlo avvicinare? Sicuramente, prima di potersi avvicinare deve averti visto, e quindi il primo passo è assicurarsi che questo succeda, per esempio alzandosi per andare al bagno e passandogli vicino, andando a prendere da bere o in qualsiasi altro modo. Una mia amica quando vede un tipo che le piace si alza e mi dice “Ora vado a farmi guardare”. Poniamo il caso che adesso lui ti ha vista, perché sei stata tu a “farti vedere” o perché lui ti aveva subito notato. Ora vuoi farlo avvicinare. Ci sono sguardi che dicono chiaramente a un uomo “Avvicinati adesso!” e che ci divertiamo a provare al corso. In ogni caso, ricorda che sarà necessario guardarlo o sorridergli diverse volte prima che lui capisca il messaggio. Gli uomini sono notoriamente meno capaci delle donne nel cogliere i segnali di interesse e nel comprendere il linguaggio non verbale.

    - Approcciare un uomo
    Se lui non fa il primo passo, magari per timidezza, perché lasciarselo scappare? Se vuoi un po’ di idee su come iniziare una conversazione leggi l’articolo su “Come rompere il ghiaccio“. Molte donne hanno paura di approcciare uno sconosciuto in un locale perché temono di essere scambiate per donne facili. Ma nella realtà gli uomini non fanno valutazioni di questo genere solo perché gli avete rivolto la parola o perché avete un abito un po’ scollato. Sono solo le altre donne che potrebbero dire qualcosa di negativo su di voi, ma piu’ che un giudizio vero è proprio, in quei casi si tratta di una forma di competizione. L’altra paura femminile nell’approcciare un uomo in un locale è: “Se poi mi annoia come me ne libero?”. E’ importante imparare a mandare via gli uomini cortesemente e con fermezza.

    - Mandare via un uomo
    Una delle paure ricorrenti nel fare nuove conoscenze e quella di rimanere attaccati a un tipo noioso per tutta la serata. Ma non è difficile mandare via un uomo, basta essere chiare e cortesi. Quindi non dite: “Scusa un attimo devo andare al bagno” o “Vado a prendermi da bere” o “Mi allontano un attimo per salutare un amico” perché 10 minuti dopo lui tornerà a cercarti e – non trovandoti – avrà pure la sensazione di essere stato preso in giro. Meglio essere chiare e gentili: “Scusa, ma adesso devo tornare dalla mia amica. Buona serata”. Non vi preoccupate: un uomo capisce perfettamente di non poter essere attraente per tutte le donne e l’unica cosa che può dargli veramente fastidio è la sensazione di essere preso in giro. Il problema è che molte donne – più abili degli uomini nel comprendere il linguaggio del corpo – si aspettano che lui abbia già capito che loro non vogliono continuare la conversazione, anche senza bisogno di dirglielo. Non è cosi’: c’è bisogno di dirlo e va detto chiaramente.

    - Creare l’occasione di rivedersi
    Mettiamo adesso che tu abbia incontrato un tipo che ti piace. La conversazione sembra andare molto bene e inizi a pensare che ti farebbe piacere rivederlo. Solo che lui non sembra intenzionato a invitarti a uscire! Cosa fare? Una soluzione interessante è quella di parlare chiaramente di luoghi in cui ti farebbe piacere tornare – come quel delizioso ristorante di pesce in cui non vai da troppo tempo – ed aspettare che lui “capisca il messaggio” e ti proponga di andarci insieme.

    ]]>

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/incontri/marito-amante-o-nuova-amicizia-incontrare-uomini-interessanti/feed/
    0

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
    Cosa Vogliono le Donne da un Uomo
    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/attrai/cosa-vogliono-le-donne/
    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/attrai/cosa-vogliono-le-donne/#comments

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
    Tue, 17 May 2011 09:33:51 +0000
    admin http://www.comunicaseduzione.com/?p=176

    INCONTRI UNA DONNA SPECIALE. LA CORTEGGI. Ma come convincerla a iniziare una relazione? Io non credo che esistano regole assolute a riguardo: una donna va vista nella sua unicità. Allo stesso tempo, molte donne hanno delle preferenze in comune in fatto di uomini. Scopriamole insieme.

    (Nota dell’autore) Voglio scusarmi per il modo un pò freddo in cui sto per trattare un tema delicatissimo come la nascita di un sentimento. Non tutto quello che leggerai sarà vero per te. D’altra parte, questo articolo sarà un utile guida per capire meglio il comportamento delle persone intorno a te. Buona lettura!

    Una relazione più o meno lunga inizia quando una donna ti desidera con tutta sé stessa: mente, corpo ed emozioni.

    Questo significa che molte ragazze non andrebbero mai a letto con un uomo che le fa sentire emotivamente a disagio, anche se fossero fisicamente attratte da lui. E nonostante l’attrazione fisica e il coinvolgimento emotivo, queste stesse donne potrebbero decidere razionalmente di rifiutare un uomo perché non lo stimano o lo considerano uno “spiantato”.

    In questo articolo parleremo di cosa attrae le donne fisicamente, emotivamente e razionalmente. Iniziamo quindi dall’attrazione fisica e mettiamo da parte bellezza e odore, che alcuni ritengono erroneamente essere gli unici fattori in gioco. Quali sono le qualità che fanno sentire una donna fisicamente attratta da un uomo e perché?

    Ma prima di iniziare dobbiamo fare una premessa importante. Nelle pagine seguenti parleremo di molte qualità – che forse già possiedi – ma che possono essere ulteriormente sviluppate facendoti guadagnare punti con le donne e sul lavoro. Ad esempio:

    - La sicurezza in sé stessi può essere sviluppata. E’ possibile superare paure comuni come la paura di sbagliare, la paura di essere rifiutati e la paura di essere giudicati male. E’ possibile sviluppare la capacità di leadership.

    - La capacità di ascolto può essere sviluppata. Molte donne vorrebbero trovare un uomo che le faccia sentire profondamente capite. E’ possibile imparare l’ascolto attivo empatico e far sentire profondamente capita la donna che amiamo. In tutti i rapporti umani, la capacità di far sentire compresa e a proprio agio un altra persona può rivelarsi molto preziosa.

    - La capacità far ridere una donna può essere migliorata. Ci sono specifici modi di conversare – come il Bantering e i Role-Play – che aumentano la nostra capacità di divertirci e ridere insieme alle donne che ci piacciono.

    - La capacità di farsi rispettare – senza mancare di rispetto – può essere migliorata. A volte una donna si comporta in modo poco rispettoso. Spesso senza farlo apposta. Magari arriva in forte ritardo o continua a usare il telefono durante la cena o fa richieste irragionevoli e si rivolge a noi con un tono infastidito. In questi casi, alcuni uomini reagiscono in modo brusco, altri subiscono passivamente e altri ancora semplicemente si lamentano. Tutti questi comportamenti fanno perdere punti. E’ possibile invece imparare a rispondere assertivamente, un modo efficace di comunicare che ci permette di farci rispettare senza prevaricare gli altri. Anche sul lavoro la comunicazione assertiva può aiutarci a ottenere stima e rispetto.

    Lo scopo di questo articolo è parlare delle qualità che possono renderci più attraenti. Queste stesse qualità possono aiutarci anche a vivere relazioni migliori. Per svilupparle – ovviamente – non basta leggere un articolo, ma serve un forte impegno personale.



    L’INFLUENZA GENETICA: ALLA RICERCA DEL CAPOBRANCO
    La prima legge dell’attrazione femminile è questa: “Molte donne sono fisicamente attratte da un uomo che mostra le qualità del capobranco”.

    80.000 A.C. Oggi è una giornata speciale per Elena: Lupus il Capobranco ha appena diviso con lei la gazzella che aveva ucciso. Finalmente è stata notata! Ieri, quando Lupus l’aveva protetta da una leone, lei aveva pensato che lo facesse solo per difendere un membro del branco, ma con la gazzella di oggi non ci sono più dubbi: è amore!

    Darwin fu il primo a capire che l’evoluzione delle specie ha portato la donna ad essere attratta da uomini capaci di garantire la sua sopravvivenza. Per una donna che viveva nell’Età della Pietra, scegliere un uomo incapace di proteggerla e sfamarla, significava condannare a morte sé stessa e i suoi figli. Con la conseguente sparizione del proprio patrimonio genetico dalla razza umana.

    L’evoluzione ha quindi favorito le donne che sceglievano uomini forti o addirittura veri e propri “Capobranco”, cioè i leader del gruppo, che potevano disporre delle risorse di tutta la comunità per sfamare e proteggere i propri cari. È così che l’attrazione per il capobranco è diventata istintiva, trasformandosi nel tempo da scelta razionale in attrazione fisica.

    Oggi il mondo in cui viviamo è completamente diverso da quello dei nostri antenati, ma il nostro patrimonio genetico è sostanzialmente invariato, e continua ad esercitare un influenza sulle qualità maschili che una donna trova attrenti. Vediamo quali sono le caratteristiche del capobranco che attraggono una donna:
    vuole investire risorse su di lei ed è capace di acquisirle (il capobranco non ha semplicemente voglia di “regalare” una gazzella ad Elena, ma è anche capace di cacciarla.)
    vuole proteggerla ed è capace di farlo (voleva proteggere Elena dal leone ed è stato capace di farlo.)

    Traduciamo ora queste caratteristiche generali in specifiche qualità che attraggono le donne. Partiamo dalla voglia di proteggere e investire risorse su di una donna. La donna cerca uomini che abbiano la capacità di impegnarsi e di scegliere. Lei, proprio lei, e nessun altra.

    Cosa sarebbe successo ad Elena se Lupus l’avesse lasciata per un altra donna subito dopo averla messa incinta? Lei e i suoi bambini sarebbero stati sbranati o sarebbero morti di fame. Capiamo, quindi, come la capacità di impegnarsi, e più in generale la capacità di Decidere, sia una qualità delle principali qualità che la donna cerca nel suo uomo.

    Pensiamo ora alla capacità di acquisire risorse e proteggere le persone amate. Che qualità doveva possedere un uomo per essere Capobranco o potenziale tale?
    Tolleranza al rischio (se è bloccato dalla paura, per lui è impossibile cacciare animali selvaggi e proteggere la famiglia dai loro attacchi)
    Capacità di leadership (ispira, influenza, prende decisioni per il gruppo, è sicuro delle proprie idee)
    Aggressivo verso prede e nemici (se empatizza con la sofferenza del leone invece di difendere la famiglia, fa finire tutti sbranati)
    Buona salute

    Avere un aspetto sano è una condizione necessaria per poter attrarre fisicamente una donna: riesci ad immaginare un uomo delle caverne che diventa Capobranco essendo malato e deforme?

    Ma se per un uomo deforme è difficile attrarre fisicamente una donna, anche la bellezza può diventare un ostacolo. Mi vengono in mente le parole di una mia cliente:”L’ho lasciato perchè – invece di farmi sentire bella – sembrava voler competere con me su chi aveva l’aspetto migliore”.

    LIBRI PER APPROFONDIRE

    - Psicologia evoluzionistica (L’autore di questo libro – David Buss – è anche il principale esponente mondiale della psicologia evoluzionistica, quella branca della psicologia spiega i nostri comportamenti sulla base dell’evoluzione. Non è un libro di facile lettura: da comprare solo se molto motivati ad approfondire l’argomento.)

    Riassumendo, le qualità maschili che possono attrarre fisicamente una donna sono:
    Desiderio e capacità di proteggere i propri cari
    Decisionalità(capacità di scegliere, capacità di impegnarsi)
    Tolleranza al rischio
    Capacità di leadership (ispirare, influenzare, prendere decisioni per il gruppo, essere sicuri delle proprie idee)
    Aggressività verso i nemici comuni

    L’INFLUENZA FAMILIARE: ALLA RICERCA DEL GENITORE
    La seconda legge dell’attrazione femminile: “Molte donne sono emotivamente attratte dagli uomini che sanno far rivivere le prime esperienze d’amore genitoriale.”

    Giulia ha 6 mesi. Il mondo è una donna gentile che la prende in braccio e la fa mangiare. Lei e mamma sono una cosa sola. E’ un amore assoluto. Un unione completa.

    La prima forma d’amore che ogni bambina sperimenta è quello materno. I bisogni di contatto, gioco, calore, e cibo vengono soddisfatti senza che lei debba spiegarli. A volte la mamma sembra capire telepaticamente ciò di cui sua figlia ha bisogno. E il desiderio di essere capita senza parole rimane nel cuore di ogni donna, anche quando da adulti i bisogni si fanno più complessi. Un uomo empatico, che riesce ad intuire emozioni, bisogni, e desideri di una donna, e sa comunicare questa comprensione, risveglia meccanismi molto antichi che la fanno sentire emotivamente legata a lui. L’attrazione risulta ulteriormente rinforzata quando l’uomo, oltre ad intuire i bisogni, provvede a soddisfarli, senza che lei chieda niente, proprio come faceva mamma quando lei era bambina.

    Ma quali sono i bisogni fondamentali? Nell’ambito della socialità sono due: La stimolazione, e cioè ridere, scherzare e in generale giocare con una donna. E il relax, cioè la capacità di mettere a proprio agio e fare sentire sicuri e rilassati. In generale, le donne più estroverse hanno un maggiore bisogno di stimolazione e gioco, mentre quelle introverse danno priorità ad un uomo capace di metterle a loro agio. I bisogni includono anche calore, cibo, e contatto fisico.

    Giulia ha tre anni. La mamma è la più bella di tutte, ed è oggetto della sua ammirazione, come per un periodo più o meno lungo poi lo sarà papà.

    Il sentimento di ammirazione rimane un potente elisir di attrazione anche nella donna adulta. In altre parole, così come il disprezzo per una persona o il disgusto per un cibo ci portano a volerli allontanare da noi, l’ammirazione per un uomo fa desiderare alla donna di averlo vicino.

    Man mano che Giulia cresce aumenta il desiderio di scoprire il mondo: ci sono mille domande a cui lei vuole una risposta. I genitori le svelano i misteri del mondo, e mettono delle regole che servono anche come limiti che danno sicurezza. La bambina sa che se esagera con i capricci sarà fermata, se si allontana troppo le sarà chiesto di tornare, e l’insieme di queste regole che esistono per il suo bene creano un contenitore invisibile che la protegge.

    Anche nella vita adulta, la capacità di insegnare ad una donna qualcosa che le interessa apprendere crea attrazione. Ed insegnare non significa essere in un’aula universitaria o mettersi metaforicamente “in cattedra” e parlare come un noioso professore! Anche in un contesto sociale è possibile attrarre una donna spiegandole in modo divertente qualsiasi cosa le interessi genuinamente sapere. L’attrazione aumenta se l’argomento spiegato è talmente interessante da generare in lei lo stupore che provava da bambina nello scoprire i misteri del mondo.

    Passiamo adesso ad una delle realtà più controintuitive del mondo della seduzione. La capacità di un uomo di imporre regole sensate può dare emotivamente sicurezza ad una donna, anche quando a parole lei si lamenterà di queste regole o le metterà in discussione. Facciamo un esempio. Una ragazza che frequentavo aveva la tendenza ad arrivare tardi agli appuntamenti, ma lei stessa non apprezzava del tutto questa sua caratteristica: una parte di lei voleva essere aiutata ad essere più puntuale.

    Così, all’inizio del nostro rapporto, parlando scherzosamente di puntualità, le dissi che io a proposito avevo una regola: “Il massimo ritardo è mezz’ora.” Siccome non esistono regole senza punizioni, le spiegai che dopo 30 minuti consideravo l’appuntamento cancellato. Attenzione, questa non era una strategia o una forma di manipolazione: penso sinceramente che mezz’ora di attesa sia un tempo più che sufficiente. Il risultato? In presenza di una regola chiara e comunicata in modo adulto, le fu possibile essere con me la donna che voleva essere, e cioè una persona abbastanza puntuale. In altri casi ritardare è così connaturato al carattere della persona da essere quasi inevitabile, allora possiamo evitare lamentele e arrabbiature proponendo un compromesso che vada bene ad entrambi.

    In molte famiglie il padre è la persona responsabile di far rispettare le regole, e nella storia di molte bambine c’è un periodo in cui l’amore per la madre diminuisce mentre quello per il padre aumenta. Jung chiamava Complesso di Elettra il desiderio infantile di prendere il posto della mamma nel cuore di papà, e molti ricercatori hanno per un periodo teorizzato che la donna adulta fosse attratta da uomini che assomigliano al padre. Non ci sono prove scientifiche a sostegno di questa tesi; la seconda legge dell’attrazione femminile afferma invece che molte donne sono attratte da uomini che fanno loro rivivere esperienze ed emozioni collegate all’amore genitoriale, come la sensazione di essere profondamente capite e l’ammirazione.

    LIBRI PER APPROFONDIRE

    - A che gioco giochiamo? (Il classico della psicologia analitico-transazionale che spiega le motivazioni nascoste di tanti comportamenti comuni.)

    - Intelligenza emotiva (Il libro di Daniel Goleman da cui è nato il concetto di Intelligenza Emotiva. Assolutamente da leggere.)

    -La freccia di Cupido. Come cambia l’amore: teorie psicologiche (Sternberg è il più grande ricercatore al mondo sui rapporti d’amore.)

    Riassumendo, il primo amore è quello per i genitori e alcune caratteristiche di questo amore rimangono attraenti per tutta la vita. Le qualità e i comportamenti che attraggono emotivamente una donna sono:
    • Trasmettere empatia (farla sentire profondamente capita)
    • Soddisfare i suoi bisogni (gioco e relax)
    • Insegnarle qualcosa di affascinante (suscitando stupore)
    • Suscitare la sua ammirazione
    • Imporre regole sensate

    E mentre questi di elisir di attrazione hanno quasi sempre l’effetto voluto, in quanto parte dell’esperienza infantile di ogni donna, vi sono altre caratteristiche particolari che solo alcune donne trovano attraenti. Facciamo un esempio. Ti è mai capitato di vedere persone la cui vita sembra una commedia? E altre che sembrano vivere una tragedia greca? In Analisi Transazionale esiste il concetto di copione, ovvero la “storia” di vita che inconsciamente ognuno di noi scrive. Il tema principale di questa storia viene buttato giù nell’infanzia e viene poi rifinito con il passare degli anni. Diversi ricercatori hanno ripreso il concetto di copione ipotizzando che ognuno di noi porti dentro di sé diverse “storie d’amore” più o meno positive: saremmo quindi attratti dai coprotagonisti ideali delle storie che vogliamo vivere.

    Facciamo qualche esempio. La donna che vuole inconsciamente vivere una storia da vittima cerca un persecutore, la donna che vuole essere salvata da una vita infelice vuole un principe azzurro che la porti via, la donna che immagina l’amore come un giardino da innaffiare di cure cerca un giardiniere attento e amorevole.

    Ci sono donne e uomini che, purtroppo, si raccontano storie tristi, e l’influenza di queste storie può diventare particolarmente forte in caso di disagio mentale, quando la coazione a ripetere si irrigidisce e lascia poco spazio ad un esperienza genuina della realtà. In questo caso, il concetto di rivivere esperienze d’amore genitoriale assume toni sinistri, perche tali esperienze sono state traumatiche, e riviverle porta sofferenza. Ma portarsi dentro una storia triste non è una condanna. Siamo autori delle nostre storie: così come le abbiamo scritte, possiamo imparare a cambiarle.

    L’INFLUENZA SOCIALE: ALLA RICERCA DELL’UOMO DI VALORE
    La terza legge dell’attrazione femminile: “Molte donne sono razionalmente attratte da uomini di alto valore.”

    A partire dalla pubertá, uomini e donne si fanno domande legate al rapporto con l’altro sesso:
    • “Quanto piaccio ai ragazzi?”
    • “Dovrei scegliere il ragazzo più popolare o quello che mi ama di più?”
    • “Posso avere di meglio?”

    Senza accorgercene, diamo un valore a noi stessi e agli altri. Questo valore è influenzato da ciò che è importante per noi e per il nostro contesto sociale. Facciamo due esempi:
    • Una donna sarebbe fiera di presentare alle amiche il suo nuovo compagno, se questo fosse un praticante di Sumo di 235 kg? In Giappone si, perché i lottatori Sumo sono considerati dei sex-symbol, ma in Italia… molto meno!
    • Una donna si vergognerebbe di presentare alle amiche un uomo bello, ricco, simpatico, intelligente, che indossa uno splendido completo Armani e arriva in Porsche? Si, se le sue amiche facessero parte di un gruppo di estrema sinistra che occupa un centro sociale!

    In altre parole, il “valore” che una donna assegna ad un uomo come potenziale partner dipende anche dal contesto sociale in cui lei si riconosce. Come viene assegnato questo valore? I modi sono tanti e qui avremo spazio solo per analizzarne alcuni. Uno dei più affascinanti è il meccanismo della “Prova Sociale”. Scopriamolo insieme.

    Immagina di andare ad una festa con una ragazza che ti piace. Appena entrate, una bella donna ti si avvicina e si mostra chiaramente attratta da te. Tu ci parli un po’, ma poi continui a dedicare attenzioni alla ragazza con cui sei venuto. Hai appena guadagnato punti ai suoi occhi, dimostrandoti una persona che attrae le donne.

    La Prova Sociale ci spinge a considerare valido un comportamento comune, soprattutto quando pensiamo che ci manchino delle informazioni importanti. “3milioni di copie vendute!” grida la copertina di un libro che non abbiamo ancora letto, ed è naturale pensare che, se tre milioni di persone hanno comprato quel libro, forse una ragione c’è. In modo simile, una donna pensa che, se tante belle donne ti desiderano, forse una ragione c’è. Attenzione però: la Prova Sociale ha influenza solo durante il corteggiamento, quando una donna si sta ancora facendo un’idea di te. In altre parole, una moglie che non è più attratta dal marito, e pensa di conoscerlo molto bene, non cambierebbe opinione di lui solo perché qualche bella ragazza lo trova attraente.

    Torniamo ora alla copertina del nostro libro immaginario. La copertina del libro riporta diverse recensioni. Uno scrittore che stimiamo dice che questo libro è “Uno dei capolavori del ventunesimo secolo”, e un giornalista di una testata prestigiosa afferma che si tratta del “Libro dell’anno”. Queste recensioni, se fatte da una fonte di cui ci fidiamo, hanno un effetto positivo. In modo simile, se piaci alla sua migliore amica acquisti immediatamente valore. In generale, la percezione del tuo valore come uomo è influenzata da ciò che pensano le persone a cui lei dà voce in capitolo.

    Quali altri fattori influenzano il “valore” di un uomo come potenziale partner? Continuando il nostro paragone, la domanda di attenzioni cresce quando l’offerta è bassa. “Ci sono le 2 ultime copie” dice il libraio, “e quelle ragazze stanno per comprarlo”. La scarsità di un bene ne fa salire il valore: un uomo difficile da conquistare è più attraente di uno che sbava dietro ad ogni ragazza carina.

    Abbandoniamo la metafora del libro e passiamo al rapporto col tempo. In generale, se un uomo è di valore, il suo tempo è prezioso. Non può aspettare a lungo, non può stare al telefono per ore, e se una ragazza ha l’opportunità di passare una serata con lui non spreca certo il tempo parlando al telefono con qualcun altro. Un uomo di valore, però, seppur consapevole delle sue qualità, non ha mai bisogno di darsi delle arie o vantarsi dei suoi successi, come molte persone insicure fanno per cercare conferme. Semplicemente, lui sa che molti vorrebbero condividere dei momenti con lui, e se una donna gli fa “perdere tempo”, glielo fa capire prima con ironia, e poi diventando indisponibile. Perché un uomo di alto valore sociale è abituato a scegliere, a dire di no, e ad essere considerato una “preda”.

    L’idea di “Diventare preda” è difficile da spiegare, ma può essere chiarita con un esempio. Se una tua amica incontrasse George Clooney, si aspetterebbe che debba essere lui a fare tutti i passi necessari a conquistarla, o si impegnerebbe anche lei nel trovare modi per suscitare il suo interesse? Un uomo di alto valore è ricercato dalle donne, va conquistato. In altre parole, nel gioco della conquista, chi è il cacciatore e chi la preda? Non bisogna certo diventare George Clooney per regalare ad una donna il brivido della conquista, e, soprattutto, questo non significa che devi smettere di corteggiarla. Semplicemente, l’attrazione razionale di una donna è amplificata dalla percezione di avere tra le mani una preda che sarebbe sbagliato lasciarsi scappare.

    Infine, è importante ricordare che al di là del contesto sociale, anche le preferenze individuali sono molto importanti: una donna darà spesso valore ad un uomo che ha una risorsa o una qualità che le manca, o che lei considera preziosa. Facciamo qualche esempio. Una donna odia il suo corpo? Sarà attratta da uomini con un bel fisico. Non si sente intelligente? Sarà affascinata dall’intelligenza. E lo stesso vale per giovinezza, spiritualità, ricchezza, e qualsiasi altro valore che lei consideri importante.

    LIBRI PER APPROFONDIRE

    - Come e perché si finisce col dire di sì (Il classico della persuasione di Robert Cialdini.)

    Riassumendo, le qualità e i comportamenti maschili che attraggono razionalmente una donna sono:
    • Attrae altre donne
    • Ha un alto valore all’interno dei contesti sociali in cui lei si riconosce
    • È difficile da conquistare
    • Ha qualcosa che lei considera prezioso (intelligenza, spiritualità, maturità, soldi, umorismo, etc.)
    • Non si dà delle arie e non si vanta dei propri successi
    • Il suo tempo è prezioso
    • Si comporta come una preda che sarebbe sbagliato lasciarsi scappare

    CONCLUSIONE: COSA ATTRAE LE DONNE
    Incontri una donna speciale. La corteggi. Ma come convincerla ad iniziare una relazione con te?

    Se nel corteggiamento tenti di far colpo senza essere te stesso, con tutta probabilità lei se ne accorge; nei rari casi in cui questo non succede, la relazione risulta comunque compromessa, perché l’immagine che lei ha di te non corrisponde alla realtà.

    Essere te stesso non significa, però, mostrare subito paure, difetti e debolezze: genuini sì, ma darsi la zappa sui piedi no! Una soluzione è imparare a rimanere tranquillo e dare il meglio di te anche quando conosci una donna eccezionale. Trasformare, quindi, il tempo che passate insieme in un occasione per farle conoscere le tue qualità e il tuo valore senza mai vantarti e rimanendo sensibile all’unicità della donna che hai davanti.

    Riassumendo, quali sono le qualità maschili che possono attrarre una donna?
    • La voglia di proteggere i propri cari
    • La capacità di proteggere i propri cari
    • Decisionalità (capacità di scegliere, capacità di impegnarsi)
    • Tolleranza al rischio
    • Capacità di leadership (ispirare, influenzare, prendere decisioni per il gruppo, essere sicuri delle proprie idee)
    • Empatia (la fa sentire profondamente capita) e tenerezza
    • Soddisfazione dei suoi bisogni sociali (come divertimento e relax)
    • Insegnamento di qualcosa di affascinante
    • Suscitare la sua ammirazione
    • Imporre regole sensate
    • Attrarre naturalmente altre donne
    • Suscitare l’approvazione delle sue amiche
    • Essere difficili da conquistare
    • Avere un alto valore all’interno dei contesti sociali in cui lei si riconosce
    • Avere qualcosa che lei considera prezioso
    • Non darsi delle arie e non vantarsi dei propri successi
    • Comportarsi come una preda che sarebbe sbagliato lasciarsi scappare

    CORSI PER APPROFONDIRE

    - Linguaggio Alfa
    Gli uomini che lo frequentano vogliono diventare più sicuri e attraenti e scoprire come comportarsi al meglio con le donne che gli piacciono. Altre informazioni >>

    Comunicare in 9 secondi
    Studi scientifici e senso comune concordano sull’importanza della prima impressione. Le donne che incontriamo si fanno in pochi secondi un’idea di noi: se quest’idea è sbagliata, cambiarla sarà difficile. In questo workshop parliamo di come rompere il ghiaccio con le ragazze che ci piacciono e fare una buona prima impressione. Altre informazioni >>

    BIBLIOGRAFIA

    Argyle M. (1967) The Psychology of Interpersonal Behaviour. London: Penguin Books.

    Barnes M., Buss D. (1986) Preferences in human mate selection. Journal of Personality and Social Psychology.

    Baumeister R. F. (2004) Sexual Economics: Sex as Female Resource for Social Exchange
    in Heterosexual Interactions. Personality and Social Psychology Review, 8(4), 339–363

    Berne, E. (1972) What do you say after you say hello? London: The Random House Group Ltd.

    Berne, E. (1972) Games People Play. London: The Random House Group Ltd.

    Burgoon J. K., Buller B., Woodall W. G. (1989) Nonverbal Communication. New York: Harper and Row Publishers.

    Buss D. (1995) The Evolution of Desire: Strategies of Human Mating. New York: Basic Books.

    Buss D. (2000) Desires in Human Mating. Paper presented at the Annals New York Academy of sciences

    Buss D.(2006) Strategies of Human Mating. Psychological Topics 15 (2006), 2, 239-260

    Buss D. (2007) The evolution of Human Mating. Acta Psychologica Sinica. 39(3):502~512

    Cloninger S. (2004) Theories of Personality: understanding persons. New Jersey: Pearson Education.

    Darwin, C. (1871) The Descent of Man and Selection in Relation to Sex. London: Murray

    Dunbar R. I. M., Pawlowsky B, (1999) Impact of market value on human mate choice. London: Procedures of the Royal Society

    Erskine R. G.(1998) Attunement and involvement: therapeutic responses to relational needs. International Journal of Psychotherapy, Vol. 3 No. 3, 1998

    Freud S. (1949) An Outline of Psychoanalysis. New York: Penguin Modern Classics

    Freud S. (1976) Three Essays on the Theory of Sexuality. New York: Basic Books.

    Gangestad S. W. (2000) The evolution of human mating: Trade-offs and strategic pluralism. University. Behavioral and Brain Sciences n.23, 573–644.

    Geher G., Miller G. (2007) Mating Intelligence: Sex, Relationships, and the Mind’s Reproductive System. Philadelphia: Lawrence Erlbaum

    Goleman D. (1996) Emotional Intelligence. London: Bloomsbury Publishing Plc.

    Gough T. (1991) Couples Growing. London: Darton, Longman and Todd ltd

    Grinder J., Bandler R. (1975) The structure of magic. Santa Clara: Penguin

    Joines V., Stewart I. (2002) Personality adaptations. Kegworth: Lifespace Publishing

    Jones B. C., DeBruine L. M., Welling L.L.M. (2008) Sex drive is positively associated with women’s preferences for sexual dimorphism in men’s and women’s faces. Personality and Individual Differences 44 (2008) 161–170

    Jung C. G.(1913) The Theory of Psychoanalysis. Later republished in several books of collected writings

    Kauth M. R. (2000) True nature: a theory of sexual attraction. New york: Springer.

    Littlejohn S. W. (2002) Theories of Human Communication. Belmont: Wadsworth/Thomson Learning

    Norwood R. (1985) Donne che amano troppo. Milano: Giangiacomo Feltrinelli Editore

    Phillips A. (1999) I no che aiutano a crescere. Milano: Giangiacomo Feltrinelli Editore

    Rhodes G. (1988) Facial symmetry and the perception of beauty. Psychonomic Bulletin & Review 5 (4), 659-669

    Rhodes G., Geher G., Miller G. The evolutionary psychology of facial beauty. New York: Taylor&Francis Group

    Raymond Fisman R., Iyengar S. S., Kamenica E., Simonson I. (2005) Searching for a mate: evidence from a speed dating experiment

    Sefcek J. A., Brumbach B. H., MA, Vasquez G., Miller G. F. (2006) The Evolutionary Psychology of Human Mate Choice: How Ecology, Genes, Fertility, and Fashion Influence Mating Behavior

    Sternberg R. J.(1997) Construct validation of a triangular love scale. European Journal of Social Psychology, 27, 313-335

    Sternberg R. J.(1998) Love is a story. New York: Oxford University Press

    Sternberg R. J., Weis K.(2006) The New Psychology of Love. New York: Yale University Press

    Thornill R. (1999) The Body and Face of Woman: One Ornament that Signals Quality? Evolution and Human Behavior 20: 105–120

    Todd. P. M. Mate search and other decisions in a decision-shaped world(draft). Berlin:
    Max Planck Institute for Human Development.

    Todd P. M., Penke L., Lenton, A. P., Fasolo B.(2007) How self-assessments can guide human mating decisions. Published in G. Geher & G. F. Miller (Eds.) (2007). Mating Intelligence: New insights into intimate relationships, human sexuality, and the mind’s reproductive system. Mahwah: Lawrence Erlbaum (pp. 37-75).

    Schellenbaum P. (1991) La ferita dei non amati. Milano: Red Edizioni.

    Watzlawick P., Bavelas J. B., Jackson D. D. (1967) Pragmatics of Human Communication. New York: Norton & Company

    ]]>

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/attrai/cosa-vogliono-le-donne/feed/
    0

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
    Luoghi di incontro
    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/incontri/donna-in-cerca-a-roma-dove-incontrare-donne-che-cercano-un-compagno/
    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/incontri/donna-in-cerca-a-roma-dove-incontrare-donne-che-cercano-un-compagno/#comments

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
    Sat, 02 Oct 2010 08:33:21 +0000
    admin http://www.comunicaseduzione.com/?p=1181

    “Dove hai incontrato il tuo ultimo partner?” A volte sottovalutiamo il fatto che per fare nuovi incontri è essenziale… uscire di casa! O quantomeno collegarsi a internet! In effetti, frequentare i luoghi giusti è fondamentale per fare nuove amicizie. A prescindere dalle tue preferenze, i luoghi per fare nuovi incontri sono davvero tanti. Vediamone alcuni.

    Workshop:Comunicare in 9 secondi

    - Siti di incontro su internet. Fare nuove amicizie su internet è sempre più comune e oramai anche in Italia tante coppie nascono da un incontro sul web. Una cosa va chiarita subito: i siti di incontri professionali, che offrono un servizio serio, sono tutti a pagamento.

    Vediamo subito i due siti che hanno il maggior numero di iscritti e la funzionalità migliore (informazione aggiornata a dicembre 2012). Consiglio di provare gratuitamente entrambi e poi di iscriversi a pagamento solo a quello che ti piace di più.

    - MEETIC. Uno dei siti ’storici’ per gli incontri online. Probabilmente il migliore. C’è l’, ma se poi vuoi usarlo davvero bisogna comprare un pass.

    - Be2. Uno dei siti più frequentati e con la migliore funzionalità per la ricerca di persone affini: o donne e decidi se iscriverti solo dopo averlo provato.

    - Vale la pena di citare brevemente anche Badoo, Parship, Nirvam, Chatta, CiaoPeople, Love Dada, Ashley Madison, Onemeet, FriendScout24,Netlog, C-date, Match.com e Flirtami, Alt e Incontri on line. Anche Facebook può essere usato per fare nuovi incontri, ma non è il sito ideale, perché è pensato in tutto e per tutto come strumento per rimanere in contatto con le persone che si conoscono già. Detto questo, ci sono molte applicazioni per il dating su Facebook che si possono provare. La più diffusa è Zoosk, che oltre ad essere un applicativo Facebook, è anche un sito di dating a tutti gli effetti.

    - Negozi. Fare un regalo ad un amica o accompagnarla a fare shopping può essere un ottima occasione per fare nuovi incontri. In questi luoghi, uno dei modi più semplici di rompere il ghiaccio è chiedere un consiglio sull’acquisto che stai per fare. E poi iniziare una conversazione.

    - Tour panoramici, escursioni ed eventi turistici organizzati. Per chi abita a Roma, Napoli, Milano, Firenze, Bologna o in qualsiasi altra città italiana piena di attrazioni turistiche, acquistare un tour panoramico o un ingresso di gruppo a un museo è un occasione di riscoprire la tua città e di fare tante nuove amicizie.

    - Supermercati. Abbiamo tutti bisogno di fare la spesa di tanto in tanto. I supermercati sono pieni di single che probabilmente sanno cucinare e abitano vicino a te.

    - Matrimoni. Ad un matrimonio è facile rompere il ghiaccio parlando degli sposi o di altri amici comuni. Inoltre, molti single presenti finiranno per chiedersi: “Quando toccherà a me?” e saranno più aperti del solito a fare nuovi incontri.

    - Luoghi di culto e attività parrocchiali. E’ bello poter incontrare ragazze che condividono la tua stessa fede soprattutto se stai cercando una compagna per la vita.

    - Fermata dell’autobus. A tutti fa piacere fare quattro chiacchiere per spezzare la noia di una lunga attesa. Questo vale sia per la fermata dell’autobus che per tutti gli altri luoghi in cui bisogna aspettare o stare in fila. L’importante è farlo nel modo giusto.

    - Aeroporti. Se viaggi spesso in aereo vale la pena di arrivare in aeroporto in largo anticipo e dedicare un pò di tempo a socializzare. Le sale d’attesa sono piene di persone interessanti, benestanti e che viaggiano da sole.

    - Ufficio. Tante relazioni nascono in ufficio e la “Macchinetta del caffé” può essere un luogo per socializzare. Purtroppo, certe volte siamo così pieni di lavoro e di stress che non troviamo il tempo di coltivare il rapporto con i colleghi che ci piacciono.

    - Sezioni locali dei partiti politici. Se ti riconosci in un partito politico, partecipare alle attività della sue sezioni locali ti permette di incontrare tante persone che la pensano come te. Sia a destra che a sinistra, i partiti organizzano anche feste, riunioni, manifestazioni e altri eventi in cui puoi contemporaneamente partecipare a qualcosa in cui credi e socializzare.

    - Discoteche. Molte persone non considerano le discoteche luoghi ideali per fare nuove amicizie, principalmente perché il volume della musica rende difficile iniziare una conversazione. A Roma, vale comunque la pena di citare Spazio 900 che è diventato un punto di riferimento anche per la qualità delle serate e l’importanza internazionale dei DJ che vengono a far ballare centinaia di persone.

    - Librerie. Se ami leggere, le grandi librerie sono ottimi luoghi in cui passare un pomeriggio e magari fare un nuovo incontro. Una delle librerie romane più frequentate è la Feltrinelli di Largo Argentina.

    - Aperitivi. Il rituale dell’aperitivo ‘rinforzato’ da qualcosa da mangiare si svolge approssimativamente dalle 7 alle 9 in decine di locali romani. Il buffet porta ad essere vicini ad altre persone e a moltiplicare le occasioni di rompere il ghiaccio. Inoltre, il volume della musica non è esageratamente alto e si riesce a parlare. Ecco una selezione di locali in cui prendere un aperitivo e fare nuove amicizie:

    - Serate organizzate dai PR. I luoghi migliori per prendere un aperitivo o incontrare persone cambiano spesso, ma i migliori PR (organizzatori di eventi) di Roma sono sempre gli stessi. Per essere sempre informati delle feste migliori vale la pena chiedere l’amicizia via Facebook ai principali PR romani. Ecco una lista:

    - Mercatini Vintage. La domenica a Roma impazzano i mercatini di ogni genere. Particolarmente interessanti sono quelli dedicati ai vestiti e agli oggetti vintage. Dove trovarli? In zona Monti ci sono quasi ogni domenica, oppure al Circolo degli Artisti, al Fanfulla 101 al Pigneto e così via.

    - Speed Date. Un modo divertente di conoscere tante persone in poco tempo. A Roma è organizzato da Genti e Paesi e da SpeedDate.it

    - Messaggeria. Il gioco della messaggeria permette di inviare un messaggio alla persona che ci interessa. Tre locali che organizzano questo gioco sono El Mojitero di via Anagnina 287, il Newport Cafe in via della Magliana 42 e il Random Pub in via Scalo di San Lorenzo 99/A

    - Burraco. Un gioco di carte che sta acquistando popolarità tra i single. Tornei di burraco sono organizzati da Genti e Paesi e da Accademia del Bridge.

    - Pub Crawl. Un modo di conoscere tanti stranieri in un’atmosfera di festa, mettendo però a rischio la propria salute. La serata consiste nel passare da un Pub all’altro bevendo fino a “strisciare” (in inglese “Crawl”). Il consumo di alcool in queste situazioni è davvero esagerato e ci sono state delle vittime. Fai attenzione. Due associazioni che organizzano il Pub Crawl a Roma sono ROME Pub Crawl e Spanish Steps Pub Crawl.

    - Karaoke. Se sei bravo a cantare o sai esibirti con simpatia perché non divertirsi facendo amicizia tra una canzone e l’altra? Tantissimi locali organizzano serate di Karoeke. Segnaliamo in particolare il Vecchio Franklin di piazza delle Crociate 21/23.

    - Camminando per strada. Piazza di Spagna, via del Corso, tutta la zona di Trastevere, il Pincio, Ponte Milvio e così via. Da Maggio a Settembre tante zone di Roma sono piene di ragazzi e ragazze che passeggiano e sperano di incontrare una persona interessante.

    - Associazioni per single, Agenzie matrimoniali, corsi professionali, visite guidate, concerti e praticamente qualsiasi occasione sociale può essere usata per fare nuovi incontri. L’importante è darsi seriamente l’obiettivo di farlo e poi passare all’azione.

    CORSI PER APPROFONDIRE

    - Rompere il ghiaccio
    Studi scientifici e senso comune concordano sull’importanza della prima impressione. In questo workshop scopri come rompere il ghiaccio e fare una buona prima impressione. Altre informazioni >>

    ]]>

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/incontri/donna-in-cerca-a-roma-dove-incontrare-donne-che-cercano-un-compagno/feed/
    0

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
    La regola del primo sguardo
    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/incontri/la-regola-del-primo-sguardo/
    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/incontri/la-regola-del-primo-sguardo/#comments

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
    Fri, 01 Jan 2010 09:45:07 +0000
    admin http://www.comunicaseduzione.com/?p=39

    IMMAGINA UNA BELLA DONNA che legge un libro da sola in un bar.

    Con la coda dell’occhio vede un tipo che la osserva. I loro sguardi si incrociano per un attimo, e lei pensa: “Chissà che vuole”. Poi lo vede andare via e dedica la sua attenzione alla lettura. Ma due minuti dopo il tipo riappare dal nulla e la guarda ancora… “Uffa che fastidio”, sospira la ragazza fra sè e sè. Lei si è già fatta un idea di quest’uomo: sembra un insicuro.

    La ragazza fa appena in tempo a riappassionarsi al suo libro che qualcuno da dietro le chiede qualcosa: è di nuovo lui! Lei neanche ascolta e lo manda via con una scusa.

    Mentre lui si allontana, lei pensa che esteticamente non è male, ma l’ha fatta innervosire ancora prima di aprire bocca….

    Come sarebbe potuta andare diversamente la nostra storia? Lo sguardo è uno strumento di comunicazione importante e guardare in modo intenso una ragazza che conosci può farla sentire attratta da te. Ma la maggior parte delle donne si sente a disagio quando è fissata da uno sconosciuto. Per evitare questo problema c’è un piccola tecnica che voglio proporti e che chiamo scherzosamente “Regola del primo sguardo”. Stiamo per scoprirlo insieme tornando alla nostra storia…

    IMMAGINA UNA BELLA DONNA che legge un libro da sola in un bar.
    Con la coda dell’occhio vede un tipo che la guarda. I loro sguardi si incrociano per un attimo: lui si è appena seduto al tavolo accanto e – rimanendo lì – con un sorriso le dice: “Ma non smetti mai di studiare?”. Ricambiando inavvertitamente il suo sorriso lei risponde protestando: “Non sto mica studiando!” e pensa fra sé e sé che lui non sembra uno dei soliti…. Sembra un tipo sicuro. E così iniziano a parlare…

    Lui potrebbe averle rivolto la parola chiedendo una breve opinione femminile o semplicemente con un “Ciao”. La regola del primo sguardo dice semplicemente di iniziare a parlare con la donna che ti interessa la prima volta che i vostri sguardi si incrociano.

    Qualche avvertenza.
    - Alcuni uomini credono di possedere uno sguardo magnetico che fa impazzire le sconosciute. Se pensi di essere uno di questi prova ad adottare un atteggiamento da scienziato e fai un esperimento: fissa dieci sconosciute per 20 secondi e vedi che succede.

    - Alcuni uomini ricordano: “Quella sera che dopo un lungo gioco di sguardi mi sono ritrovato a baciarla”. Questo può succedere, ma succede solo con le ragazze che ti trovano estremamente attraente e che sono molto estroverse e che hanno voglia di incontrare qualcuno. In altre parole, voler fare “Il gioco di sguardi” può occasionalmente funzionare ma limita drasticamente il numero di ragazze con cui puoi fare amicizia.

    - Il primo incrocio di sguardi non coincide necessariamente con la prima volta che tu la osservi. Ti capiterà spesso di guardare una donna che è parzialmente girata dall’altra parte o che comunque non si accorge del tuo sguardo ed è utile farlo per capire se ti interessa e per fare qualche altra valutazione veloce su come avvicinarti.

    - Il primo incrocio di sguardi non coincide necessariamente con la prima volta che lei ti osserva. L’ideale è che tu sia già stato positivamente notato da lei prima di rompere il ghiaccio, perché ti diverti e ridi con i tuoi amici, perché ci sono belle donne intorno a te, perché ti muovi in modo sicuro, per il tuo aspetto, per come sei vestito o per altre ragioni che ti mettono in buona luce.

    - Usa il linguaggio del corpo. Se il volume della musica è troppo alto o se lei è in mezzo a un gruppo di persone, quando i vostri sguardi si incrociano puoi semplicemente fare un gesto: ad esempio, puoi alzare il bicchiere verso di lei – come se fosse un brindisi – o salutarla con la mano. A quel punto, se lei risponde in modo neutrale o positivo puoi andarti a presentare.

    CORSI PER APPROFONDIRE

    - Comunicare in 9 secondi
    Studi scientifici e senso comune concordano sull’importanza della prima impressione. In questo workshop parliamo di come rompere il ghiaccio e fare un ottima prima impressione. Altre informazioni >>

    ]]>

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/incontri/la-regola-del-primo-sguardo/feed/
    0

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
    Sedurre in modo naturale e vivere sereni
    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/prepari/come-moltiplicare-la-seduzione/
    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/prepari/come-moltiplicare-la-seduzione/#comments

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 35

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/functions.php on line 43
    Wed, 26 Aug 2009 10:52:44 +0000
    admin http://www.comunicaseduzione.com/?p=55

    “ERA UNA GELIDA DOMENICA DEL 1652 e il popolino londinese aspettava impaziente l’esecuzione del giorno.

    Il condannato se l’era proprio meritato! Aveva sedotto la figlia del Re, lo sfrontato! E ora aveva il coraggio di ammettere il suo misfatto e di oltreggiare la Principessa parlando apertamente del loro amore ! Un uomo di aspetto modesto, limitate fortune e umili origini!

    E poi guarda con che aria di sfida si muove anche adesso che i cavalli scalpitano ed il boia lo lega: al segnale del Re, gli stalloni verranno fatti correre in direzioni opposte, tirandogli le braccia fino a smembrarlo. Non ha paura?

    Ma adesso tutti gli occhi sono sul Re, mentre si alza in piedi con aria infastidita: ha un brutto presentimento… Con un rapido cenno della mano il Re fà segno al boia di iniziare, poi si siede sul trono, e guarda incredulo la scena che gli si presenta davanti…”

    Forse anche a te è capitato di sentirti tirato in direzioni opposte. Ad esempio, da una parte vorresti andare a letto con una ragazza appena conosciuta, dall’altra, se lei ci venisse, sotto sotto la giudicheresti “poco seria”. Freud parlava frequentemente della lotta che avviene nel nostro inconscio tra Super Io (sede dei giudizi e dei divieti) ed Es (sede delle pulsioni, in primo luogo sessuali).

    Ma che c’entra tutto questo con il mondo della seduzione?

    Se inganni una donna, o se sotto sotto disapprovi la sua libertà sessuale, non avrai mai il successo che speri. Perché se inconsciamente esprimi un giudizio negativo su te stesso (”Sono un bugiardo”) o su lei (che è “Poco seria”), finirai per sentirti tirato in direzioni opposte come il protagonista della nostra storia.

    Ma sento già una persona che protesta: “Io voglio tante avventure e nessun legame! Come posso ottenere quello che voglio se non nascondo le mie vere intenzioni?” E a lui dico:

    “Immagina di essere nato con una dote speciale. Immagina di essere nato con la capacità di raggiungere l’apice del piacere, e poi continuare immediatamente il rapporto sessuale. E immagina che questo attimo fantastico possa durare minuti, e non secondi. Ecco, se questa fosse la tua realtà, non desidereresti un rapporto intimo ancora più intensamente di adesso? Se questa fosse la tua realtà, saresti nato donna.”

    Le donne amano la fisicità anche più degli uomini, non tutte le ragazze hanno fretta di sposarsi, e molte donne sarebbero felici di trovare un uomo che sappia come farle stare bene senza essere il classico “fidanzato”. Perché? Guardati intorno: molte donne vivono una vita monotona e si sentono oppresse dal lavoro, dalla famiglia o dalla società. Pensi che possano desiderare di essere oppresse anche da un fidanzato??! Certo che no! Sognano di fuggire dai doveri e dalle regole, almeno per qualche settimana, e vivere finalmente un pò divertimento e di piacere.

    Se invece è un fidanzamento quello che cerchi, anche in questo caso ci sono donne che vogliono esattamente ciò che vuoi. E quando capisci che ciò che sei è bello, e ciò che vuoi è giusto, scopri che non serve mentire, e il tuo potere seduttivo si moltiplica e si trasforma…

    “Quelli che videro la scena parlarono di stregoneria, ma l’uomo invoca sempre il soprannaturale quando è testimone di fenomeni che non riesce a spiegare.

    Al segnale del Re, il boia scatenò i cavalli che dovevano smembrare il condannato correndo in direzioni opposte, ma gli stalloni, come se controllati da una forza superiore, iniziarono a galoppare nella stessa direzione.

    L’ultima immagine che vide il Re prima di perdere i sensi, fù quella di sua figlia che salta su uno dei due cavalli, mentre il ‘condannato’ lo saluta con un inchino e fugge via lontano.”

    ]]>

    Warning: strtotime() [function.strtotime]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 113

    Warning: date() [function.date]: It is not safe to rely on the system's timezone settings. You are *required* to use the date.timezone setting or the date_default_timezone_set() function. In case you used any of those methods and you are still getting this warning, you most likely misspelled the timezone identifier. We selected 'America/Los_Angeles' for 'PDT/-7.0/DST' instead in /home/comunica/public_html/wp-includes/link-template.php on line 138
    http://www.comunicaseduzione.com/prepari/come-moltiplicare-la-seduzione/feed/
    0